CUD

CUD
La certificazione unica CUD (dal prossimo anno sostituita dal modello CU2015), in Italia è la certificazione cumulativa dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati che il datore di lavoro o l’Ente pensionistico rilasciano ai propri dipendenti o ai pensionati per attestare le somme erogate e le relative ritenute effettuate e versate allo Stato. Tale modello è stato introdotto dall'art. 4 del D.P.R. 22 luglio 1998 n. 322 ed emanato ai sensi della legge 23 dicembre 1996, n. 662. Prima della sua introduzione, i redditi venivano certificati con il modello 101 per i lavoratori dipendenti e con il modello 201 per i pensionati. A differenza del vecchio modello 101, il CUD si distingue per il fatto che vengono certificati anche i dati relativi agli imponibili previdenziali, ovvero i contributi trattenuti ai fini della pensione. Riepiloga, dunque, tutti i redditi corrisposti dal datore di lavoro o dall’Ente pensionistico nell'arco di un anno solare. Al modello, inoltre, sono allegate le schede per il versamento del Cinque per Mille e dell'Otto per Mille.

Istruzioni: che cosa si deve fare

Il datore di lavoro o l’Ente pensionistico consegnano il CUD in duplice copia al contribuente entro il 28 febbraio dell’anno successivo a quello in cui sono stati conseguiti i redditi certificati, oppure entro 12 giorni dalla richiesta del dipendente in caso di cessazione del rapporto di lavoro. Tale documento può essere consegnato in due modalità:

  • Cartacea (obbligatorio per eredi o per dipendenti che hanno cessato il rapporto) da parte del proprio datore di lavoro o recandosi direttamente presso gli sportelli territoriali dell’Inps, dell’ex Enpals o ex Inpad (per i pensionati); rivolgendosi ai Caf in modo gratuito o ad altri professionisti abilitati; recandosi presso un ufficio postale e facendone richiesta allo sportello Amico.
  • Telematica (a patto che il destinatario abbia gli strumenti necessari per riceverlo e stamparlo) recandosi sul portale ufficiale dell’Inps seguendo la procedura automatica e inserendo il proprio codice fiscale e il codice identificativo Pin.


Il contribuente che nell'anno ha percepito soltanto i redditi riportati nel CUD o è titolare di uno o più trattamenti pensionistici (per i quali si applica "il casellario delle pensioni"), è esonerato dalla presentazione all'Agenzia delle Entrate della dichiarazione dei redditi utilizzando il Modello 730 o il Modello UNICO, a condizione che il datore di lavoro abbia eseguito correttamente il conguaglio delle imposte. Il contribuente esonerato può scegliere di presentare ugualmente la dichiarazione dei redditi se, per esempio, nell'anno ha sostenuto oneri che intende portare in deduzione dal reddito o in detrazione dall'imposta (per esempio, spese mediche, interessi sui mutui, ecc.).

Scadenze

Data ultima di consegna del CUD al contribuente: 28 febbraio (29 febbraio nell’anno bisestile); entro 12 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Documentazione

  • Scarica QUI il CUD 2014 da compilare riferito ai redditi percepiti nel 2013. Qualora il contribuente abbia percepito altri redditi oltre a quelli riportati nel documento, dovrà presentare all’Agenzia delle Entrante anche il Modello 730.

Articoli Correlati

Certificazione Unica 2015: download con PIN INPS

Fisco L’INPS aggiorna il proprio portale, in relazione alla nuova normativaa che vede la presenza di una Certificazione Unica dei redditi di lavoro dipendente, pensione e assimilati. In particolare è ora possibile eseguire il download del modello necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi, il tutto telematicamente, tramite pochi passi operativi. Per ottenere la Certificazione Unica, infatti, è sufficiente accedere al servizio online disponibile su sito dell’INPS, alla voce “Servizi al cittadino”. => CU 2015: guida completa L’utente può prendere visione,...

730 precompilato e CU 2015: stato dell’arte e chiarimenti

730 2015 def Oltre 100 milioni di operazioni relative a premi assicurativi, interessi passivi sui mutui e contributi previdenziali e quasi 19 milioni di Certificazioni Uniche (CU 2015): sono i dati a disposizione dell'Agenzia delle Entrate per predisporre il 730 precompilato, che dal prossimo 15 aprile dovrà essere a disposizione del contribuente. I dati sono aggiornati allo scorso 4 marzo e sono diffusi dalla stessa Agenzia delle Entrate, impegnata ad arrivare all'appuntamento senza intoppi. Nel frattempo, ricordiamo che la scadenza, lunedì 9 marzo, per l'invio del CU 2015 da parte dei sostituti...

CU 2015 online: scadenze e sanzioni

Certificazione Unica 2015 Disponibile sul sito INPS il modello di Certificazione Unica dei redditi 2015, relativo all'anno di imposta 2014. Si tratta del modello necessario per la presentazione della dichiarazione dei redditi di quest'anno, che dal 2015 ha sostituito dil CUD. Per ottenere la Certificazione Unica basta accedere al servizio online disponibile su questo sito dalla voce “Servizi al cittadino”. A renderlo noto è stato in una nota stampa l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. => Certificazione Unica: punti deboli del nuovo CUD CU online Il CU 2015 potrà essere visualizzato...

Certificazione Unica 2015 entro il 2 marzo

CUD Ultimi giorni per i sostituti d'imposta che devono consegnare a dipendenti e collaboratori la Certificazione Unica 2015, che da quest'anno prende il posto del Cud: il termine ultimo, lo ricordiamo, è lunedì 2 marzo (sarebbe il 28 febbraio, ma cade di sabato). Poi entro il successivo 9 marzo (anche qui, sarebbe il 7 marzo, ma è sabato e quindi si va al primo giorno lavorativo utile),  i sostituti d'imposta (come le imprese) devono trasmettere la Certificazione Unica all'Agenzia delle Entrate. => Certificazione Unica 2015, modello e istruzioni Al contribuente la Certificazione...

CU 2015: scadenze, istruzioni e sanzioni per sostituti d’imposta

CU 2015 Con il comunicato stampa del 12 febbraio l'Agenzia delle Entrate ricorda ai sostituti d'imposta i termini per inviare telematicamente i modelli per i redditi 2014 e precisa quando scattano le sanzioni. In considerazione del fatto che il CU 2015, la Certificazione Unica che sostituisce il CUD, è al suo debutto, l'Agenzia delle Entrate concede ai sostituti d'imposta una serie di deroghe, andando incontro a specifiche richieste arrivate anche dai professionisti. Sanzioni e scadenze Più in particolare, nel caso in cui il CU 2015 contenga esclusivamente redditi non dichiarabili mediante il...

Omessi versamenti: non basta il 770, serve il CUD

CUD È necessario anche dimostrare il rilascio del CUD (Certificazione Unica dei redditi da lavoro da Dipendente o assimilato), oltre alla presentazione del modello 770, per configurare il reato di omesso versamento delle ritenute. È quanto precisato dalla Corte di Cassazione, Terza Sezione Penale, con la sentenza n. 5736/2015. Una decisione che conferma quella delle altre sentenze della Cassazione sul tema e che ribadisce il concetto che il rilascio da parte dei sostituti d'imposta ai sostituiti del CUD, che dal 2015 verrà sostituito dalla Certificazione Unica (CU), costituisce elemento...

Come compilare il nuovo CUD con il software online

Screen Shot 2015-02-09 at 18.22.12 Ultimo tassello per la compilazione della nuova Certificazione Unica 2015, che prende il posto del CUD, con il software dell'Agenzia delle Entrate: il programma che consente ai sostituti d'imposta di inviare al Fisco il CU 2015 relativo ai redditi da lavoro dipendente, autonomo e redditi diversi, è online dallo scorso 5 febbraio. Le novità 2015 sono parecchie, visto che questo nuovo modello debutta quest'anno. => Ecco il modello Certificazione Unica 2015 Software CU 2015 Il software Certificazione Unica 2015 utilizza una nuova tecnologia Java che consente di utilizzare le...

Certificazione Unica: punti deboli del nuovo CUD

consulentilavoro Dal 2015 la Certificazione Unica ha preso il posto del vecchio CUD introducendo non poche complicazioni, in primo luogo perché il nuovo modello CU 2015 si compone di 297 campi da compilare e prevede 115 pagine di istruzioni. Ma questa sorta di semplificazione al contrario non è l'unica criticità che emerge dall'analisi della nuova Certificazione Unica 2015 proposta dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro. I termini per la presentazione, entro il 28 febbraio al contribuente ed entro il 9 marzo al Fisco, sono troppo a ridosso, anche tenendo conto della necessità di aggiornare...

Certificazione Unica: come chiedere il CUD all’INPS per posta

Email In arrivo la scadenza relativa alla certificazione unica dei redditi da lavoro dipendente, pensione e assimilati (CUD, dal 2015 CU): entro il 28 febbraio i datori di lavoro e gli Enti pensionistici devono consegnare il CUD in duplice copia al contribuente. Nel caso dell'INPS, la certificazione può essere richiesta anche via posta elettronica ordinaria (non certificata). CUD INPS via posta ordinaria Per richiedere all’INPS il proprio CUD, l'istanza va inviata all'Istituto all'indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it allegando copia dell’istanza digitalizzata e debitamente...

CUD: Modello CU in versione ufficiale

cu 2015 Approvato il modello definitivo del CU 2015, che da quest'anno prende il posto della certificazione unica dei redditi (il CUD), completo di specifiche tecniche e istruzioni per la compilazione e per i sostituti d'imposta (impresa, ente previdenziale), con provvedimento dell'Agenzia delle Entrate. Il CU 2015, disponibile sul sito dell'Agenzia, riguarda: redditi da lavoro dipendente e assimilati (articoli 49 e 50 del TUIR, il testo unico delle imposte sui redditi); redditi da lavoro autonomo; provvigioni e redditi diversi di cui agli articoli 53 e 67, comma 1, dello stesso...

X
Se vuoi aggiornamenti su CUD: Modello CU in versione ufficiale

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy