Controllo Dipendenti

Troppo Internet sul lavoro: sì al licenziamento

Fisco online - lavoro La sentenza della Corte di Cassazione n. 14862/2017 ha stabilito la legittimità del licenziamento di un lavoratore nel caso in cui questi faccia un uso eccessivo di Internet al lavoro. Più in particolare i giudici supremi si sono pronunciati in relazione al licenziamento per giusta causa intimato al lavoratore dall'azienda per abuso di connessione Internet del PC assegnatogli in dotazione, avendo verificato l'esistenza di accessi indebiti alla rete anche in relazione ad i relativi tempi di collegamento. Navigazione che il lavoratore non ha dimostrato essere legata all'attività...

Controllo lavoratori: non basta il consenso

Controllo dipendenti Non si possono installare telecamere o dispositivi per il controllo a distanza dei dipendenti senza un preventivo accordo con le rappresentanze sindacali: non basta avere semplicemente chiesto il parere dei lavoratori. Lo stabilisce una sentenza della Corte Costituzionale, su uno specifico caso relativo a un'azienda che aveva installato un impianto di videoripresa con telecamere collegate alla rete wi-fi. La difesa dell'impresa ha sostenuto la legittimità dell'azione in virtù del fatto che era stata preventivamente chiesto e ottenuto il consenso dei lavoratori. => Controllo a...

Bonus videosorveglianza al 100%

Bonus La Legge di Stabilità 2016 (art. 1, comma 982 della Legge n. 208/2015) ha introdotto una nuova detrazione fiscale, il cosiddetto Bonus Sicurezza o Bonus videosorveglianza che dà diritto ad un credito di imposta per le spese sostenute nel corso del 2016 per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o allarmi, nonché per la stipula di contratti con istituti di vigilanza diretti alla prevenzione di attività criminali. Ora un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate stabilisce che l'agevolazione per l’installazione di tali sistemi di sicurezza è pari...

Sorveglianza sul lavoro: nuovi modelli

Videosorveglianza Pronti i nuovi modelli per chiedere all'Ispettorato Nazionale del Lavoro autorizzazione per l'installazione e l'utilizzo di sistemi di videosorveglianza nei luoghi di lavoro, controllo a distanza e GPS nei mezzi aziendali. I nuovi modelli sono online sul sito istituzionale dell'INL, nella sezione modulistica. => Controllo dipendenti pc, social e web: guida in pillole Modelli INL 17: per l’installazione di impianti audiovisivi; INL 23: per l'installazione e utilizzo di impianti e apparecchiature di localizzazione satellitare GPS a bordo di mezzi aziendali; INL 24: per...

Vietati controlli su email e smartphone aziendali

regolamento privacy Il datore di lavoro non può accedere indiscriminatamente alle email dei dipendenti, ai dati personali contenuti nello smartphone o nel tablet, né tantomeno intervenire da remoto sui contenuti del device in dotazione al lavoratore: lo ribadisce il Garante della Privacy vietando l'utilizzo di dati trattati in violazione alle norme di legge. In primo luogo, la policy sul trattamento dei dati va comunicata al dipendente con specifica informativa, dettagliando modalità e finalità dell'attività di raccolta e conservazione dei dati. Ci sono poi regole precise da seguire nel...

Controllo dipendenti via GPS: ancora novità

Gps-auto L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato il 7 novembre la circolare n. 2/2016 in materia di installazione e uso di apparecchiature di geolocalizzazione su auto aziendali. Per le imprese è un chiarimento importante ai fini della corretta applicazione dell’art. 4, comma 1 e 2, l. n. 300/1970 (controlli a distanza nello Statuto dei Lavoratori). L’INL precisa che i dispositivi GPS sulle auto non possono essere fatti rientrare nell’alveo degli strumenti di lavoro, salvo i casi eccezionali relativi alla natura stessa dell’attività lavorativa. La conseguenza è...

Controllo dipendenti via GPS, ecco le regole

GPS Dopo la recente sentenza della Corte di Cassazione in tema di controllo dei dipendenti via GPS, ritenuto un sistema di controllo generalizzato che non può essere usato per verificare la condotta irregolare del dipendente e per legittimarne il licenziamento, arrivano da parte dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro le istruzioni operative sull’utilizzazione degli impianti di localizzazione satellitare GPS. => Il controllo a distanza non legittima il licenziamento È in particolare la circolare n. 2/2016 dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro a chiarire in che limiti l'istallazione di...

Il controllo a distanza non legittima il licenziamento

Controllo gps Il datore di lavoro non può utilizzare i dati del controllo a distanza mediante Gps per verificare la condotta irregolare del dipendente e per legittimarne il licenziamento. Lo ha chiarito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 19922/2016, precisando che il Gps è un sistema di controllo generalizzato che viene predisposto prima ancora dell’emergere di qualsiasi sospetto e dunque il datore di lavoro non se ne può servire nell’ambito dei cosiddetti “controlli difensivi” per verificare la violazione degli obblighi contrattuali. => Controllo a distanza: lecito sugli orari di...

Controllo dipendenti, stop del Garante ai software

Controllo dipendenti L'utilizzo di software che monitorano l'attività online dei dipendenti (tramite posta elettronica, navigazione web e via dicendo) sono una violazione dei diritti dei lavoratori: il Garante Privacy pone precisi limiti alle novità del Jobs Act in base alle quali pc, email e smartphone sono strumenti informatici che l'impresa può utilizzare senza procedure sindacali. Il provvedimento dell'Autorità n.303 del 13 luglio 2016 rappresenta di fatto la prima interpretazione autorevole delle modifiche all'articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori previste dall'articolo 23 del dlgs 151/2015,...

Controllo dipendenti pc, social e web: gli strumenti legali

Controllo dipendenti In alcuni casi i datori di lavoro hanno la facoltà di controllare i propri dipendenti al fine di individuare comportamenti illeciti, ma c'è una linea sottile che separa le condotte datoriali legittime da quelle che non lo sono e che vanno a ledere la privacy dei lavoratori. => I software di monitoraggio dei dipendenti Social network Le verifiche dei datori di lavoro in molti casi partono già dalle fasi del colloquio, andando a verificare i profili sui canali social, spesso proseguendo anche nel corso del rapporto di lavoro. Si tratta di un comportamento ritenuto lecito da parte...

X
Se vuoi aggiornamenti su Controllo dipendenti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy