Contratti Collettivi Nazionali Di Lavoro

Stipendi tracciabili, i settori

Stipendi Tra le novità più importanti introdotte dalla Legge di Stabilità in tema di lavoro, c'è la norma che prevede lo stop al contante per il pagamento degli stipendi. La Legge n. 205/2017 prevede infatti che dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro o i committenti non possano più corrispondere la retribuzione per mezzo di denaro contante direttamente ai dipendenti. => Addio stipendio in contanti Rendendo tracciabili i pagamenti si intende contrastare il fenomeno, fin troppo diffuso tra datori e committenti, di corrispondere ai propri dipendenti uno stipendio inferiore ai limiti fissati...

Reperibilità apprendista

A breve mi verrà fatto firmare un contratto di apprendistato (ccnl del turismo) di 3 anni che, alla scadenza, diventerà un tempo indeterminato. Il titolare mi ha accennato alla possibilità delle reperibilità notturne. Volevo sapere se un apprendista ne è esonerato o meno oppure se il contratto prevede anche il lavoro notturno.

Contratto Stagionali: nuovi requisiti

Settore turismo Con riferimento al lavoro stagionale ed intermittente, la Commissione bilaterale dell’Enbic (Ente Bilaterale Confederale), con l’interpretazione autentica del 30 novembre 2017, ha chiarito le modalità di calcolo della durata massima dei contratti di lavoro stipulati ai sensi del CCNL Turismo, agenzie di viaggio e pubblici esercizi del 23 maggio 2017. In particolare, la Commissione conferma che la durata massima di 8 mesi nell’anno solare, prevista dall’articolo 56 del CCNL per il lavoro stagionale, è riferita al solo lavoro a tempo determinato stagionale tipico ovvero alle...

Lavoratori in prova

Contratto di lavoro Nella stipula del contratto di lavoro, azienda e neo-assunto possono prevedere un periodo di prova (patto di prova) per verificare la convenienza reciproca alla prosecuzione del rapporto: il datore di lavoro valuta l'idoneità professionale del lavoratore a svolgere le mansioni specificate nel contratto, mentre il lavoratore accerta in concreto la propria attitudine allo specifico impiego. => Retribuzione lavoro nel periodo di prova Il periodo di prova può essere pattuito nell'ambito di qualsiasi rapporto di lavoro subordinato: tempo determinato, inserimento e apprendistato....

Festività retribuite anche con rifiuto al lavoro

lavorofestività Se il lavoratore rifiuta di lavorare in una festività (in arrivo ce ne sono parecchie), l'impresa non può trattenere la retribuzione, che va interamente riconosciuta: il diritto al rifiuto è garantito dalla legge (non sanzionabile in alcun modo) e resta tale anche in presenza di previsioni diverse, eventualmente contenute nel contratto di lavoro che viene applicato: i contratti possono prevedere clausole che, ad esempio, obblighino il lavoratore a effettuare straordinari nei giorni di festività; ma nel caso in cui il lavoratore non accetti, anche senza giustificato motivo, l'azienda...

Dimissioni: ferie non godute indennizzabili

Ferie Le ferie non godute sono indennizzabili, ovvero vanno sempre pagate, anche al lavoratore che presenta le dimissioni. Il riferimento normativo è la direttiva europea del 2003 -  in Italia recepita con il Dlgs n. 66/2003 - secondo la quale, come ricordato anche da una sentenza della Corte UE: “Ogni lavoratore debba beneficiare di ferie annuali retribuite di almeno quattro settimane e che il diritto alle ferie annuali retribuite costituisce un principio particolarmente importante del diritto sociale dell'Unione". => Ferie, maturazione e retribuzione In pratica, non rileva la...

Controversie Lavoro: la conciliazione nei Contratti Collettivi

Firma documento Le procedure di conciliazione in caso di controversie di lavoro possono essere svolte in sede sindacale secondo le modalità previste dai diversi CCNL (Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro) come disposto dall'articolo 412 ter CPC o portate avanti facendo riferimento all'apposita Commissione presso la Direzione Provinciale del Lavoro (conciliazione amministrativa). Vediamo di seguito le regole comuni a tutti i contratti e quelle specifiche per alcuni settori. => Controversie di Lavoro: i diversi casi possibili Regole comuni Nella contrattazione collettiva, se il tentativo di...

Guida alle ferie aziendali: maturazione e retribuzione

Ferie Il diritto a riposo settimanale e ferie annuali retribuite è sancito dalla Costituzione (articolo 36, comma 3) e regolamentato dal Codice Civile (art. 2109), dal Dlgs 66/2003 e successive modificazioni. Ogni lavoratore ha diritto a un minimo di 4 settimane di ferie, ossia 28 giorni di calendario (non lavorativi, che corrisponderebbero a un periodo complessivo più lungo). => Come calcolare contributi, tredicesime e ferie Maturazione e calcolo ferie Salvo diverse disposizioni dei contratti collettivi, il numero di giorni di ferie matura pro quota nel tempo in base ai mesi di lavoro...

Busta paga: guida al lavoro straordinario

Lavoro straordinario Per straordinario si intende il lavoro svolto oltre il normale orario (solitamente 40 ore settimanali) così come definito dall'art. 3 del D.lgs. 66/2003, normalmente retribuito con maggiorazioni sulla busta paga. Il lavoratore, in determinati casi, può rifiutarsi di effettuare il lavoro straordinario, ovvero deve essere obbligatoriamente chiesto un suo esplicito consenso, in altri è diritto del datore di lavoro chiedere delle ore di lavoro in più rispetto a quelle ordinarie previste nel CCNL e il lavoratore è tenuto ad accettare la richiesta. => Busta paga: guida alla lettura e...

Dimissioni per la pensione

A dicembre 2017 andrò in pensione dopo trent'anni di attività presso una fondazione privata (contratto di Federculture). Entro quando presentare la lettera di dimissioni Secondo un patronato quando voglio, secondo la mia Amministrazione sei mesi prima della messa a riposo.

X
Se vuoi aggiornamenti su Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy