Codice Appalti

Codice Appalti, novità per Professionisti e PMI

Appalti Paletti meno rigidi sull'appalto integrato, che torna possibile in alcuni casi, innalzamento della soglia per l'aggiudicazione in base al prezzo più basso (da 1 a 2 milioni di euro), posti riservati alle PMI negli appalti sotto il milione di euro: sono alcune delle modifiche del Correttivo Codice Appalti, approvato in via definitiva dal Governo giovedì 13 aprile. Un testo in 131 articoli di modifica al Codice Appalti (in vigore dal 19 aprile 2016), elaborato al termine di un lungo lavoro di consultazione con tutti gli stakeholder (a partire da imprese, associazioni edilizia,...

Nuovo codice appalti: luci e ombre

Appalti È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Codice degli Appalti (decreto legislativo 50/2016 “Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture”) che si applica a tutte le gare indette dal 19 aprile 2016. => Codice appalti, le novità...

Codice appalti, le novità della riforma 2016

Edilizia Appalti Il nuovo Codice degli appalti pubblici e dei contratti di concessione è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, in esame preliminare, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio. Il decreto legislativo attua le direttive europee 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014, sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori speciali dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei...

Codice Appalti: pronta la Riforma

Camera dei Deputati Riforma Appalti approvata alla Camera avviandosi per la terza lettura al Senato dove, in considerazione dei tempi stretti, si prevede un passaggio senza modifiche. Si tratta di un disegno di legge delega, che sarà quindi seguito dai decreti del Governo per attuare le direttive europee sull'aggiudicazione di concessioni, appalti pubblici e procedure di appalto degli enti erogatori di servizi dei settori acqua, energia, trasporti e servizi postali entro il 18 aprile 2016. => Appalti: il Ddl delega premia le micro imprese Fra le misure previste, la predisposizione di un nuovo...

Appalti e responsabilità solidale: le deroghe

Contratti collettivi Eventuali deroghe alla responsabilità solidale negli appalti sono possibili in presenza di specifiche clausole inserite nel contratto di lavoro applicato al lavoratore, solo con riferimento al trattamento retributivo (non a quello contributivo): è la risposta del Ministero del Lavoro a un interpello del 17 aprile 2015, in cui si specifica che queste eventuali eccezioni previste dai contratti collettivi di lavoro possono riguardare metodi e procedure di controllo e di verifica della regolarità complessiva degli appalti adeguati a garantire l'assolvimento degli obblighi da parte...

Appalti: il Ddl delega premia le microimprese

Appalti Ci sono anche misure a favore della partecipazione agli appalti di microimprese e PMI, per valorizzare la territorialità, nel disegno di legge delega sul Nuovo Codice degli Appalti presentato in commissine al Senato. Forti semplificazioni normative e procedurali, più ampie funzioni di controllo anticorruzione all'ANAC, criterio del miglior rapporto qualità prezzo nella valutazione delle offerte, trasparenza delle procedure, finanza di progetto, rating di legalità, sono gli altri punti fermi della Riforma degli Appalti, presentata in commissione Lavori Pubblici al Senato anche in...

Appalti: limiti all’offerta più vantaggiosa

Appalti Limitare il ricorso all'offerta economicamente più vantaggiosa negli appalti, più spazio a qualità e risultato, meno ricorso a commissari straordinari, investimenti nella formazione dei funzionari pubblici: sono alcune delle proposte presentate dal presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili (ANCE), Paolo Buzzetti, nel suo intervento in commissione Lavori Pubblici al Senato, nell’ambito dell’esame del disegno di legge di recepimento delle direttive europee su appalti e concessioni. => Appalti, verso un nuovo testo unico Offerta più vantaggiosa Per quanto...

Appalti pubblici, verso un nuovo Testo Unico

Appalti Cambiano le regole per gli appalti pubblici, il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge delega per l’attuazione della direttive europee in materia con l'abrogazione del Codice Appalti (D.Lgs. 163/2006). La strada individuata va verso un nuovo Testo Unico denominato “Codice dei contratti e delle concessioni pubbliche". Più in particolare con questo unico testo normativo verranno attuate le direttive europee per: l'assegnazione dei contratti di concessione (direttiva UE 2014/23); gli appalti pubblici (direttiva europea 2014/24 che abroga la direttiva...

Edilizia: da oggi Sportello Unico e permessi veloci

Edilizia: in vigore sportello unico e permessi più veloci In vigore le semplificazioni per imprese edili previste dal Decreto Crescita: Sportello unico per l'Edilizia per tutte le pratiche e procedure semplici per ottenere  il permesso di costruire. La legge 134/2012 (articoli 13 e 13 bis) ne prevedeva l'entrata in vigore a sei mesi dall'approvazione, quindi il 12 febbraio 2013: da questa data tutti i Comuni sono obbligati ad aprire uno Sportello Edilizia - al quale le aziende possono rivolgersi per tutte le pratiche, senza più esibire la documentazione già in possesso dei vari uffici della PA l'esibizione. Acquisizione d'ufficio Per...

Ddl Semplificazioni bis: le nuove norme in Edilizia

Edilizia Nel testo definitivo del Ddl Semplificazioni bis sono state introdotte importanti  novità per le aziende italiane (leggi tutte le misure per le imprese), soprattutto in materia di Edilizia e appalti. Per le PMI edili si confermano alcune delle nuove indicazioni previste nello schema di decreto, mentre altre sono state stralciate: confronta il testo definitivo con la bozza del Ddl. In pratica si conferma l'eliminazione del silenzio rifiuto sui permessi di costruzione e la riduzione dei tempi di attesa in caso di vincoli ambientali mentre cambiano le semplificazioni per le reti di...

X
Se vuoi aggiornamenti su codice appalti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy