Cartella Esattoriale

La cartella esattoriale è conosciuta anche come cartella di pagamento, è uno strumento di riscossione tributaria con la quale la Pubblica Amministrazione, attraverso Equitalia, attiva una procedura finalizzata al recupero di crediti, più o meno cospicui, vantati nei confronti del contribuente.

​Rottamazione cartelle fase 2

Pagamenti Cartelle esattoriali Scatta il 15 giugno la seconda fase della definizione agevolata dei carichi affidati ad Equitalia dal 2000 al 2016, ovvero della cosiddetta rottamazione delle cartelle Equitalia. Proprio entro il 15 giugno, infatti, l’ente di riscossione dovrà comunicare a società di capitali ed enti commerciali, SpA, Srl, Soc. Cooperative, Sapa, Enti pubblici e privati diversi dalle società l’esito della propria domanda. => Equitalia: cos'è, condono e news Più in particolare Equitalia S.p.a. deve comunicare ai contribuenti che hanno presentato la "Dichiarazione di adesione alla definizione...

Smascherare una cartella nulla

equitalia2 Poca chiarezza sul calcolo degli interessi di mora e rischio anatocismo: sono due validi motivi per respingere cartelle esattoriali secondo Unimpresa, che mette in guardia i contribuenti sui frequenti errori Equitalia e fornisce consigli su come contestare cartelle non conformi alle norme e quindi nulle. => Cartelle esattoriali, nuovi costi di mora Mora La cartella deve riportare chiara indicazione del metodo con cui sono conteggiati gli interessi e le precise aliquote applicate. In caso contrario, secondo l'associazione di imprese, la cartella è nulla. Se l'importo degli interessi...

Cartelle esattoriali, nuovi costi di mora

Pagamenti ritardo Cambiano a decorrere dal 15 maggio 2017 gli interessi di mora applicati in caso di ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo e per il calcolo delle somme dovute ai sensi dell’art. 116, comma 9, della legge 23 dicembre 2000, n. 388. A fissare il nuovo tasso del 3,50% è stata l'Agenzia delle Entrate con un provvedimento direttoriale (Protocollo n. 66826/2017). => Cartella esattoriale: cos'è, come e quando si paga Come ogni anno gli interessi sono stati determinati con decreto del Ministero delle Finanze, con riguardo alla media dei tassi bancari attivi. In base a tali tassi,...

Alert Equitalia, come attivare “Se Mi Scordo”

se mi scordo equitalia In occasione della rottamazione dei ruoli, Equitalia ha rilanciato il servizio "Se Mi Scordo", che avvisa via email o SMS novità in tema di cartelle esattoriali in arrivo, scadenze di eventuali rate, ecc. Per attivarlo bisogna presentare richiesta. Può essere comunque revocato in qualsiasi momento. Si tratta di un servizio puramente informativo che non sostituisce in alcun modo le notifiche vere e proprie: è quindi privo di valore giuridico. Attivazione Per attivare il servizio è possibile andare in uno degli sportelli Equitalia e compilare l'apposito modulo oppure seguire la...

Rottamazione cartelle fase 2: istruzioni Equitalia

Rottamazione Si avvicina il termine del 15 giugno entro il quale gli agenti della riscossione devono inviare a coloro che hanno aderito alla definizione agevolata delle cartelle esattoriali il calcolo delle somme dovute: Equitalia fornisce una serie di chiarimenti, anche attraverso nuove FAQ, risposte alle domande più frequenti, pubblicate sul sito. La regola generale della rottamazione cartelle esattoriali, che viene applicata a chi ha presentato la domanda entro il termine previsto dello scorso 21 aprile, è che si paga per intero la tassa dovuta, con uno sconto su sanzioni e interessi di...

DURC regolare con la rottamazione

DURC Alle imprese che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle esattoriali, INPS ed INAIL rilasceranno il DURC regolare, attestando la regolarità contributiva a fronte della regolarizzazione dei debiti iscritti a ruolo. A chiarirlo è stato l'INPS stesso con la circolare n. 80/2017, illustrando le novità introdotte dal Dl 50/2017, entrato in vigore il 24 aprile, in materia di verifica della regolarità contributiva in presenza di dichiarazione di adesione alla definizione agevolata di cui all’articolo 6 del Decreto fiscale (Dl 193/2016). => DURC online: le istruzioni La norma ha...

Cartella: estratto di ruolo, notifica e impugnazione

pagamenti Il contribuente può impugnare una cartella di pagamento non validamente notificata, della quale viene a conoscenza attraverso un estratto di ruolo di Equitalia: lo stabilisce la Corte di Cassazione, con sentenza 19704 del 2015, risolvendo una questione legata alla possibilità di ricorrere contro le cartelle esattoriali. => Riforma fiscale: nuova rateazione cartelle Equitalia La sentenza è utile anche a ufficializzare la differenza fra ruolo ed estratto di ruolo, così come le descrive la Cassazione. Il ruolo è l'elenco di debitori e somme dovute formato dall'ufficio ai fini...

Spese processuali senza rottamazione

Nel caso di transazione di liti pendenti, avvenuta prima della legge delle rottamazioni, devono essere pagate le spese processuali? Ritengo che la transazione avvenuta, portando a zero tutti i debiti vantati da Equitalia, è la dimostrazione che le spese processuali non debbano assolutamente pagarsi.

Cartella nulla: valida senza impugnazione

Accertamento Per la Cassazione, la pretesa tributaria avanzata dal Fisco è legittima se cartella di pagamento affetta da vizio di nullità ma non impugnata. Il caso ha origine dinanzi alla CT provinciale di Trento per una cartella contestata da una società sulla base di avvisi di accertamento sottoscritti con firma poco chiara e quindi affetti da vizio di nullità ai sensi dell’articolo 21-septies della Legge n. 241/1990: “è  nullo il provvedimento amministrativo che manca degli elementi essenziali, che è viziato da difetto assoluto di attribuzione, che è stato adottato in violazione o...

Cartelle esattoriali: i casi di nullità

Cartella esattoriale Fisco Nel caso in cui si riceva una cartella esattoriale Equitalia, o dal prossimo luglio del nuovo agente della riscossione Agenzia delle Entrate Riscossione, la prima cosa da fare è verificare la validità della pretesa creditizia ed eventualmente proporre ricorso, quindi si può sperare di ricadere in uno dei possibili caso di nullità della notifica. Ricordiamo che la cartella di pagamento può essere impugnata entro 60 giorni dall’avvenuta notifica, dopo di che la pretesa diventa titolo esecutivo ai fini della riscossione coatta del credito. => Prescrizione cartelle esattoriali:...

X
Se vuoi aggiornamenti su Cartella esattoriale

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy