Bilancio Aziendale

Guida deduzione e detrazione spese di rappresentanza

bilancio La disciplina che regolamenta le spese di pubblicità e di rappresentanza specifica tutta una serie di distinzioni e precisazioni che è necessario applicare ai fini della corretta redazione del bilancio di un’azienda. =>IVA detraibile sugli omaggi aziendali Spese di pubblicità La normativa di riferimento è rappresentata dall’art. 108 del TUIR (Testo unico delle imposte sui redditi), che puntualizza come la pubblicità sia l’attività preordinata alla diffusione del nome e dell’immagine dei prodotti di una determinata azienda presso il pubblico, e si differenzi dalla...

TFR: gestione nel bilancio aziendale

Fisco Il Trattamento di Fine Rapporto (TFR) è la somma che spetta a tutti i lavoratori dipendenti nel momento in cui cessano un rapporto di lavoro, indipendentemente dalla causa, come previsto dall'art. 2120 del Codice Civile. I datori di lavoro, dal canto loro, devono accantonare ogni anno l'importo del TFR maturato dai lavoratori subordinati in un apposito fondo, il TFR accantonato annualmente ed il fondo TFR vanno ineriti nel bilancio aziendale. In estrema sintesi, l'accantonamento annuale del TFR, che viene considerato un costo relativo al personale, va riportato nell'apposita sezione...

Contabilità, in vigore IFRS 15

Bilancio aziendale A decorrere dal 18 novembre 2016 entra in vigore il Regolamento (UE) n. 2016/1905, che adotta l’IFRS 15 – Ricavi provenienti da contratti con i clienti, volto a migliorare la rendicontazione contabile e la comparabilità dei ricavi nel bilancio dell'impresa e in quello consolidato. Questo, per effetto della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea n. L295/2016 del Regolamento (UE) 2016/1905 della Commissione che modifica il Regolamento CE n. 1126/2008 che adotta taluni principi contabili internazionali conformemente al Regolamento CE n. 1606/2002 del Parlamento...

Furto di merci, contabilità e disciplina fiscale

Gestione contabile e fiscale del furto dei beni in azienda Il furto di merci rappresenta una ingente fonte di perdita per le imprese, che devono far fronte a investimenti per dotare il magazzino di prodotti da rivendere o da lavorare. Vediamo la disciplina riguardante imposte dirette e IVA che si applicano in caso di sottrazione della merce, per evitare problemi di accertamenti fiscali per errori contabili. => Consulta la gestione contabile dei furti di beni In primo luogo va sottolineato che, in caso di furto di cespiti, si deve imputare in contabilità l'onere del costo che non è stato possibile ammortizzare in contropartita. La normativa...

Costi di pubblicità non più capitalizzabili

Costi Cambiano a partire dal 1° gennaio 2016 le regole per la capitalizzazione dei costi di pubblicità per effetto dell'entrata in vigore del D.Lgs 139/2015 che ha introdotto grandi novità in tema di immmobilizzazioni immateriali. Tra queste una delle più importanti è l'esclusione delle spese sostenute per la ricerca e la pubblicità da quelle capitalizzabili e le modifiche alla rappresentazione in bilancio delle spese sostenute in anni precedenti e capitalizzate dovute della retroattività della norma. => Deducibilità spese di rappresentanza Fino a fine 2015 potevano essere...

Bilancio XBRL, online il manuale 2016

Bilancio Tutte le modalità d compilazione e presentazione del bilancio XBRL sono contenute nel nuovo manuale operativo di Unioncamere, messo a punto con la collaborazione del consiglio nazionale dei dottori commercialisti. Nel corso del 2015, sono stati oltre 900mila i bilanci depositati nel formato elettronico XBRL presso il  Registro Imprese. La guida, aggiornata alla versione 2016 dello strumento per la redazione del bilancio annuale, è stata messa a punto con l'obiettivo di facilitare società e professionisti nell'adempimento e creare linee guida uniformi di comportamento su scala nazionale....

La valutazione dei titoli in portafoglio

conti Quando un'azienda acquista titoli che non costituiscono immobilizzazioni (titoli acquistati per impiegare capitale in eccesso rispetto al fabbisogno finanziario dell'attività economica), questi devono essere iscritti nello Stato Patrimoniale al valore minimo tra il costo di acquisto e l'andamento di mercato alla fine del periodo contabile di riferimento (che coincide, normalmente, con la data del 31/12). => Immobilizzazioni immateriali: contabilità e bilancio  La ratio della norma è di evitare una sopravvalutazione di risorse finanziarie che potrebbero andare a scapito dei...

Bilancio d’esercizio: aspetti civilistici e contabili

Bilancio Il bilancio d’esercizio riflette la situazione veritiera dei valori economico-finanziati e patrimoniali dell'impresa mettendone in evidenza il reddito (confrontando costi e ricavi) e la situazione patrimoniale e finanziaria (confrontando fonti e impieghi) in un periodo ben definito. Assolve quindi una duplice finalità: consente agli amministratori di verificare la dinamica gestionale trascorsa e pianificare le operazioni future per massimizzare profitti e ridurre oneri; fornisce adeguate informazioni agli stakeholders che hanno un reale interesse nell'impresa. => Guide...

Bilancio abbreviato: limiti e requisiti

Bilancio Partendo dal presupposto che è sempre possibile redigere il bilancio in forma ordinaria, gli imprenditori preferiscono il bilancio abbreviato in quanto più agevole, in virtù dei seguenti vantaggi: meno dati da esporre e dettagli in nota integrativa; maggiori possibilità di aggregazione dei valori contabili; esonero dalla redazione della relazione sulla gestione. Per capire se si hanno i requisiti di legge, occorre verificarne i dati nell'anno in corso e di quelli precedenti. => Guide al Bilancio aziendale Requisiti bilancio abbreviato La normativa individua il momento in cui...

Classificazione contabile delle partecipazioni

Bilancio L'articolo 2426 del codice civile stabilisce che le partecipazioni si iscrivono fra le immobilizzazioni quando sono destinate a permanere durevolmente nel patrimonio dell'impresa, in quanto acquisite a titolo di investimento; vanno invece iscritte nel capitale circolante se destinate alla cessione nel breve periodo. Il passaggio dall'attivo circolante all'attivo immobilizzato deve essere deciso da una delibera degli amministratori con adeguata motivazione da riportare in nota integrativa e con indicazione dell'influenza complessiva sul bilancio di tale...

X
Se vuoi aggiornamenti su Bilancio Aziendale

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy