Assunzioni Agevolate

Incentivi a chi assume disoccupati, istruzioni per le imprese

Lavoro Ecco le indicazioni operative per le assunzioni agevolate di lavoratori disoccupati, ora disponibili anche per il settore agricolo, che integrano quelle già fornite alle altre aziende. Le novità sono contenute nella Circolare INPS n.81 del 27 giugno, in applicazione della norma prevista dal Decreto Lavoro (articolo 7, comma 5, lettera b, dl 76/2013): per le aziende che assumono lavoratori in ASpI è previsto un contributo del 50% dell'indennità di assicurazione dovuta al dipendente. Requisiti e calcolo dell'agevolazione sono descritti nella Circolare INPS n.175 del 2013. =>...

Assunzioni agevolate di over 30 in Umbria

Assunzioni agevolate La Regione Umbria concede contributi per favorire l’assunzione di lavoratori/lavoratrici espulsi dal mercato del lavoro che abbiano più di 30 anni di età. => Lavoro e assunzioni: Report 2014 del Ministero Il bando è rivolto alle imprese locali che non abbiano in corso procedure di CIGS o di CIG in Deroga e, inoltre, che non abbiano avviato licenziamenti nel corso dei sei mesi precedenti la data della richiesta degli incentivi. Contributi assunzioni Secondo quanto previsto dal bando, le PMI e le grandi imprese che operano sul territorio possono incrementare la forza lavoro...

Agricoltura: tutti i nuovi incentivi del Dl Competitività

Agricoltura Rilanciare l'Agroalimentare e sostenere  le PMI agricole promuovendone l'avvicinamento alle nuove tecnologie: con questo obiettivo sono stati inseriti nuovi crediti d'imposta ed altre misure di semplificazione per il settore nel Decreto Competitività (Dl 91/2014). => Le altre misure del Decreto Competitività Crediti d'imposta Sono previsti per le imprese agricole che investono nel commercio elettronico e per quelle che si uniscono in reti d'impresa o ampliano l'attività di reti già esistenti. Entrambe le agevolazioni sono contenute nell'articolo 3 del decreto. Il credito va...

Contratto di inserimento: in scadenza i contributi

lavoro femminile I datori di lavoro che, pur avendone diritto, non hanno richiesto le agevolazioni per l'inserimento in azienda di donne senza lavoro fisso negli anni 2009-2012 (o ne abbiano usufruito solo in parte), possono "correre ai ripari" inviando tramite PEC, entro il 30 giugno, una dichiarazione delle retribuzioni parzialmente o totalmente esenti con relativo codice. Chi invece avesse usufruito di un’agevolazione non avendone diritto, deve trasmettere una nuova dichiarazione che regolarizzi le precedenti. Con la Circolare 24/2014, l’INAIL ha infatti spiegato chi può usufruire delle...

Inserimento donne disoccupate: domanda incentivi entro giugno

inail I datori di lavoro che non hanno ancora usufruito delle agevolazioni contributive sulle nuove assunzioni di donne disoccupate negli anni 2009-2012 (o che hanno utilizzato il beneficio in misura superiore al dovuto) hanno tempo fino al 30 giugno per regolarizzare la propria posizione INAIL in un senso o nell'altro: lo prevedono le istruzioni fornite con la circolare N. 24 del 5 maggio 2014. I benefici contributivi riguardano i contratti di inserimento lavorativo per donne di qualsiasi età prive di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, residenti in aree geografiche a...

Incentivi per assunzioni alle imprese di Terni

Incentivi assunzioni La Camera di Commercio di Terni concede contributi per sostenere l’avvio di nuove assunzioni da parte delle imprese locali. => Leggi i bandi per incentivare le assunzioni Il bando ha come beneficiarie le PMI della Provincia che non abbiano disposto licenziamenti o richiesto procedure di CIG a favore di lavoratori adibiti alle stesse mansioni nel corso del semestre che ha preceduto la data di apertura del bando, precisamente il 12 giugno 2014. Possono ottenere le risorse camerali anche le imprese che si impegnano a non licenziare nei 12 mesi successivi all’erogazione...

Occupazione: incentivi assunzione alle PMI toscane

Occupazione La Regione Toscana ha riconfermato l’attivazione di una pluralità di interventi a sostegno dell’occupazione grazie allo stanziamento di un budget pari a sei milioni di euro: attraverso queste risorse, infatti, l’amministrazione regionale eroga incentivi alle imprese per favorire l’assunzione di lavoratori disoccupati, di soggetti che hanno perduto il lavoro in prossimità della pensione, di lavoratori disabili e svantaggiati e di donne disoccupate con più di 30 anni. => Scopri gli incentivi per le assunzioni Bando assunzioni Il bando che attiverà l’erogazione di incentivi...

Assunzioni: agevolazioni applicabili al premio INAIL

Assunzioni agevolate Con la circolare n.28/2014 l’INAIL chiarisce che le agevolazioni contributive introdotte dalla Riforma del lavoro Fornero (L. n. 92/2012) per l'assunzione di lavoratori ultracinquantenni, donne lavoratrici, disabili e lavoratori disoccupati o in Cigs da almeno 24 mesi, si applicano anche ai premi INAIL. Il chiarimento si è reso necessario poiché nella Riforma non c’è alcun espresso riferimento all’applicabilità dell’incentivo anche al premio INAIL. Acquisito il parere del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’INAIL ha confermato l’applicabilità ai premi INAIL...

Incentivi assunzione alle PMI artigiane di Pescara

Bando Artigianato Si chiama “Futuro Artigiano” e punta a favorire l’ingresso nel mondo del lavoro di giovani under 35 privi di occupazione. => Leggi i bandi per le imprese artigiane Il nuovo bando promosso dalla Provincia di Pescara si rivolge alle PMI artigiane locali che si impegnano ad assumere forza lavoro giovanile. Assunzioni under 35 Per poter essere assunti dalle imprese locali che aderiscono al bando, i lavoratori non devono aver compiuto 35 anni e devono essere iscritti in uno dei Centri per l’Impiego della Provincia di Pescara. Forme contrattuali Per ottenere gli incentivi, le...

Lavoro: ripartiti i finanziamenti Welfare To Work

Riforma Lavoro Renzi Un pacchetto di interventi per il reinserimento nel mondo del lavoro, finanziato dal Ministero e attuato in 18 Regioni e nella Provincia Autonoma di Bolzano: si tratta del programma "Azione di Sistema Welfare To Work" (W2W), volto a fare incontrare domanda e offerta. L'iniziativa, attivata nel 2009-2011, viene ora riproposta per tutto il 2014 inserendosi nei PON (Piani Operativi Nazionali) per controbilanciare gli effetti della crisi sull'occupazione e spingere il mercato del lavoro verso il raggiungimento degli obiettivi nazionali al 2020. Gli interventi sono finanziati all'80% dal FSE...

X
Se vuoi aggiornamenti su Lavoro: ripartiti i finanziamenti Welfare To Work

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy