Fare branding creando un e-book

Come creare un e-book per fare branding, dove pubblicarlo e come promuoverlo.

Con la diffusione di internet e della presenza online di persone e imprese è necessario diversificarsi e trovare sempre nuovi modi per promuovere la propria attività. Un modo interessante per fare branding può essere quello di creare un e-book, un modo diverso per farsi conoscere e per far conoscere la propria attività.

A seconda di quale sia la propria attività di business è anche possibile creare e-book che rappresentino dei tutorial, ad esempio per spiegare come utilizzare i prodotti commercializzati. Oppure l’e-book può essere utilizzato semplicemente per raccontare la propria storia, la propria attività o le novità in arrivo. Una volta creato l’e-book è poi possibile venderlo su siti di e-commerce come l’iBook Store di Apple o il Kindle Store di Amazon, o anche direttamente sul proprio sito web. Ovviamente è anche possibile sfruttare più canali contemporaneamente, ad esempio il proprio sito/blog e Amazon, così da sfruttare da una parte il guadagno totale sulle vendite, dall’altro il bacino di utenza decisamente più ampio.

=> Vendere su Amazon: come fare

Nel 2016 il fatturato dell’e-commerce è salito a 28,8 miliardi di euro e che, di questi, l’1,8% deriva dalla vendita di e-book e di altri prodotti digitali, video-corsi e materiale per la formazione online in genere. Un mercato dunque in crescita, di cui sfruttare il potenziale per promuoversi e vendere online.

Formato digitale

Il primo passo da compiere è quello di scegliere il formato digitale con il quale verrà diffuso l’e-book, il che corrisponde a decidere quella che sarà la piattaforma di diffusione:

  • ePub, il formato ebook standard riconosciuto da praticamente tutti i dispositivi – iPad e iPhone, tablet e smartphone, computer – ed e-reader come Kobo e Nook, ma non il Kindle di Amazon;
  • Mobi, il formato esclusivo per i lettori che usano il Kindle di Amazon;
  • PDF, riconosciuto praticamente da ogni dispositivo, compresi i computer, ma non il Kindle di Amazon.

Per creare l’e-book è possibile utilizzare programmi di editing specializzati, o semplicemente lavorare su un file .doc da convertire poi nel formato prescelto. Tra l’altro esistono piattaforme come Lulu, Amazon e Youcanprint che accettano anche file con estensione .doc o .docx.

Promuovere l’e-book

Una volta pubblicato il libro digitale non bisogna dimenticarsi di promuoverlo, incentivando anche la pubblicazione di recensioni, magari pubblicando estratti o citazioni del libro, o pubblicando un booktrailer, o un video di presentazione. Per lo scopo è possibile sfruttare a visibilità offerta dai social network più popolari, ma anche su blog e siti “amici”.

=> Come fare Social Brand senza Pagine Facebook

Esistono poi anche social network dedicati appositamente agli amanti di libri ed e-book come Goodreads e Wattpad (dedicato però esclusivamente ai testi di narrativa) che vengono utilizzati dai lettori proprio per scoprire nuovi libri da leggere e che quindi rappresentano un’ottima occasione per promuovere la propria creazione, anche mesi prima del lancio ufficiale o sfruttando la possibilità di campagne a pagamento.

Tool creazione sito web

Un sito web o un blog garantiscono presenza online e visibilità necessari per promuovere il proprio e-book. Utilizzando tool come WebSite X5 è possibile creare il proprio sito completo di negozio di e-commerce per la vendita di prodotti digitali (Book, file audio, immagini, video e software di ogni tipo).
___________

Per approfondimenti: tutorial per creare, promuovere e vendere e-book per fare branding.

X
Se vuoi aggiornamenti su Fare branding creando un e-book

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy