Detassazione straordinari forfettari, non serve il registro presenze

Nuovo chiarimento sulla detassazione degli straoridinari: nel caso siano forfettari e gli importi vengano concessi a titolo di incentivo, le aziende non hanno l'obbligo di registrare le presenze

Con il Decreto Legge n.93, il Governo ha introdotto un’importante misura in favore dei lavoratori dipendenti: la detassazione degli straordinari.

Molti i dubbi sorti a tal riguardo, a cui l’Agenzia delle Entrate ha cercato di dar risposta.

Arriva proprio in questi giorni un ulteriore chiarimento da parte dell’Agenzia in merito all’aliquota agevolata del 10%.

La circolare numero 59/2008 stabilisce infatti che non è necessario alcun controllo delle presenze per la detassazione dello straordinario forfetizzato.

Più precisamente, la circolare chiarisce che questo è possibile nel caso in cui gli importi corrisposti a titolo di straordinario a forfait vengano concessi a titolo di incentivo.

Le aziende, dunque, non hanno l’obbligo di contabilizzare il lavoro straordinario mediante il controllo della presenza.

X
Se vuoi aggiornamenti su Detassazione straordinari forfettari, non serve il registro presenze

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy