Privacy, nuovo giro di vite delle Autorità

Varato il programma di attività ispettive per verificare il rispetto delle norme sul trattamento dei dati personali in ambito pubblico e privato. Nel mirino i sistemi di videosorveglianza

Obiettivo, tutela della Privacy nello svolgimento di attività commerciali e pubbliche: il “piano ispettivo programmato” per il primo semestre 2008 ha infatti posto sotto la lente dell’Autorità telecamere, anagrafe tributaria, banche, consulenti e periti, come reso noto dal Garante per la Protezione dei Dati Personali.

A tal fine, la Guardia di Finanza collaborerà all’attività ispettiva sul rispetto delle norme indirizzate in primo luogo al trattamento dei dati personali svolti – attraverso il sistema informativo della fiscalità- dall’amministrazione finanziaria e dagli istituti di credito.

Per queste categorie verranno effettuate verifiche anche sul tracciamento degli accessi e ulteriori accertamenti anche sul trattamento dei dati svolti da periti e consulenti.

Il punto focale, su cui sarà incentrata l’attività ispettiva programmata, sono i sistemi di videosorveglianza dislocati su tutto il territorio nazionale. L’obiettivo è di verificare che vengano rispettate le regole fissate dal Garante con il provvedimento del 2004, ma anche tracciare un punto della situazione sull’uso attuale delle telecamere da parte di soggetti pubblici e privati.

Le Autorità controlleranno anche che vengano rispettati gli obblighi relativi all’informativa per la raccolta dei dati personali fornita agli interessati; la libertà e validità del consenso; la durata della conservazione dei dati.

Ovviamente l’Ufficio continuerà a svolgere, oltre a quelle previste nel programma varato, le ordinarie attività istruttorie di carattere ispettivo relative a segnalazioni, reclami e ricorsi presentati all’Autorità.

X
Se vuoi aggiornamenti su Privacy, nuovo giro di vite delle Autorità

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy