Requisiti APE, rileva l’ultimo contratto

Se un disoccupato licenziato accetta un contratto a termine maturando un nuovo sussidio di disoccupazione, resta fuori dall'APE Sociale.

Compio 63 anni a novembre, ho 37 anni e 6 mesi di contributi. Licenziato e posto in mobilità per tre anni (con periodi di sospensione per contratti a termine), con successivo contratto a termine e 12 mesi di disoccupazione (per aver maturato 52 settimane di contributi nei due anni precedenti), ho i requisiti per l’APE Sociale?

Domanda di: B.C.

Mi pare di capire che lei attualmente sia disoccupato per scadenza del contratto a termine. In questo caso non ha diritto all’APe Sociale perché la legge prevede accesso limitato a coloro che abbiano perso il lavoro per licenziamento, dimissioni per giusta causa oppure procedura di conciliazione in caso di ristrutturazione aziendale.

Non è previsto per coloro che sono senza lavoro dopo la scadenza di un contratto a termine. E naturalmente rileva l’ultimo contratto, nel suo caso a tempo determinato.
Per assurdo, se non avesse ripreso il lavoro con contratto a termine, in qualità di disoccupato per licenziamento e titolare di sussidio di mobilità avrebbe avuto diritto all’APE Sociale.

=> Status Disoccupazione: APE e casi particolari

Mi permetto di ricordarle che potrà comunque valutare la possibilità di chiedere l’APE Volontaria, quando usciranno i decreti (non si partirà prima di settembre). Deve attendere i 63 anni, gli altri requisiti sono: 20 anni di contributi, un assegno pari ad almeno 1,4 volte il minimo e al massimo tre anni e sette mesi alla pensione di vecchiaia. Tenga presente che l’APE Volontaria però non è a carico dello Stato: è un anticipo pensionistico che bisogna poi restituire con rate ventennali.

X
Se vuoi aggiornamenti su Requisiti APE, rileva l'ultimo contratto

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy