I contributi in congedo non si perdono

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Gaetano C. chiede

Vorrei conoscere la disposizione che consente di recuperare il periodo di lavoro non svolto durante un congedo straordinario retribuito (decreto legislativo 2001 n. 151) per un periodo uguale, dopo avere raggiunto l’età massima di lavoro (66 anni e 8 mesi) per la pensione.

I periodi di congedo straordinario fruiti in base al dlgs 119/2011, (che ha modificato il decreto legislativo. n. 151/2001) sono coperti da contribuzione figurativa, valida sia per la maturazione del diritto a pensione, sia per il calcolo della prestazione.

Si tratta di congedi straordinari per assistere figli e parenti stretti con handicap grave, della durata massima di due anni, con indennità corrispondente all’ultima retribuzione e contribuzione figurativa. E’ previsto un tetto di 43.579,06 euro annui (indennità + contribuzione), rivalutato annualmente.

La contribuzione figurativa accreditatale nel periodo in cui ha utilizzato questo congedo è valida sia per la pensione anticipata sia per quella di vecchiaia (mi sembra sia il suo caso). Verifichi dal suo estratto conto previdenziale l’effettiva presenza di questi contributi, con eventuali note con indicazione del loro utilizzo ai fini pensionistici. Se le rimane il dubbio chieda pure al contact center INPS.

Barbara Weisz risponde
Ti è stato utile?   
Attendere prego...