Quota 41 precoci: quando e come fare domanda

I precoci che hanno già maturato la quota 41 devono attendere i decreti attuativi della riforma pensioni per le istruzioni di domanda, anche per definire decorrenza e preavviso.

Lavoratore dipendente nella PA , al 15 gennaio 2017 ho maturato 41 anni di contributi e assisto un familiare di primo grado, ai sensi della legge 104. Quando e come devo fare domanda per andare in pensione quale precoce, avendo tutti i requisiti? Si deve aspettare il decreto attuativo? E come ci si comporta per il preavviso di sei mesi al datore di lavoro se andrà in porto la decorrenza al primo maggio? Oppure è in deroga con la legge di stabilità?

Domanda di: I.

Le modalità di domanda per la pensione dei lavoratori precoci con la quota 41 saranno contenute nel decreto attuativo, previsto entro marzo.

= Riforma Pensioni: attuazione, roadmap e misure

L’articolo 202 della Legge di Stabilità prevede che il provvedimento stabilisca, fra le altre cose: le procedure per accertare il possesso dei requisiti, documentazione da allegare alla domanda e comunicazioni in esito alla presentazione della domanda.

Tenga presente che il successivo comma 203 prevede che, se le domande saranno superiori alle risorse finanziarie stanziate, la decorrenza viene differita all’anno successivo, in base ai seguenti criteri di priorità: maturazione del requisito e, a parità di condizioni, presentazione della domanda.

Quanto al preavviso, la legge non prevede alcuna deroga. Anche qui bisogna attendere provvedimento attuativo o documenti di prassi per eventuali chiarimenti.

X
Se vuoi aggiornamenti su Quota 41 precoci: quando e come fare domanda

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy