Agevolazioni prima casa e cambio residenza

Agevolazioni prima casa anche con il cambio di residenza oltre i termini, purchè la domanda sia presentata entro i 18 mesi, nonostante venga in primis rigettata.

Per le agevolazioni prima casa, fa fede la data di presentazione della domanda di trasferimento di presso l’immobile acquistato, anche se il trasloco avviene oltre i 18 mesi. Lo ha ricordato la CTR Lombardia con sentenza n. 12/66/2016 del 4 gennaio 2016, in relazione ad una revoca dell’aliquota ridotta delle imposte per mancato trasferimento nei termini di legge.

=> Tasse prima casa 2016: tutte le agevolazioni

Nel caso in oggetto, al contribuente era stata rigettata la richiesta, per assenza durante i sopralluoghi e, dopo ben tre domande a vuoto, aveva impugnato il provvedimento di rigetto opposto dal Comune.

La CTP di Brescia ha ritenuto le assenze lavorative non giustificative: il trasferimento entro i 18 mesi è requisito indispensabile al fine delle agevolazioni prima casa. La CTR, invece, rigettando il ricorso, ha specificando che la domanda, se presentata entro i termini di legge, ha comunque valore ai fini delle agevolazioni purchè si ottenga comunque la residenza, anche oltre i termini.

X
Se vuoi aggiornamenti su Agevolazioni prima casa e cambio residenza

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy