IMU 2012 nel 730: come indicarla in Dichiarazione Redditi 2013

Dichiarazione dei redditi 2013: guida alla compilazione del modello 730/2013 nella nuova voce per l'indicazione dell'IMU 2012 versata e programma online per calcolare l'imposta delle singole unità, scorporando quanto pagato.

Dichiarazione Redditi 2013: come indicare l'IMU dovuta nel 2012 nel Modello 730 e come scorporarla per ogni immobile

Nella dichiarazione dei redditi 2013, o meglio nel 730/2013, trova spazio anche la nuova imposta sugli immobili pagata per la prima volta lo scorso anno: l’IMU 2012.

Scarica il Modello 730/2013 editabile

Scarica il Modello 730/2013

Scarica le Istruzioni

IMU dovuta

L’informazione va riportata nella sezione del 730 riservata ai redditi dei fabbricati, ossia il quadro B, colonna 10.

La dicitura “importo dovuto” non tragga in inganno: così come per l’ICI negli anni in cui era dovuta, bisogna indicare l’imposta dovuta ma sempre al netto delle detrazioni applicate (leggi di più sull’IMU 2013).

Questo significa che nella dichiarazione dei redditi deve essere indicato l’importo IMU pagato effettivamente nel 2012.  In caso di comproprietà si riporterà l’importo dovuto per la propria percentuale di possesso, così come effettivamente pagato.

L’informazione relativa all’IMU deve essere riportata infine anche in caso di mancato o parziale pagamento, indicando quanto si sarebbe dovuto versare. Si salta la compilazione solo in casi specifici, come ad esempio per le pertinenze per le quali è stato l’amministratore di condominio a versare l’IMU.

=> Guida alle detrazioni fiscali per la Dichiarazione dei Redditi 2013

Calcolo IMU 2012

L’importo dovuto per l’IMU 2012 deve essere riportato per ogni unità immobiliare in proprio possesso, al netto di eventuali detrazioni alle quali si ha diritto.

Ma come scorporare l’IMU versata per ogni singolo immobile? Lo scorso anno si è effettuato il versamento cumulativo in F24, sommando tutte le varie unità.

Se non ci si è segnati le quote parziali, si può ricorrere al simulatore online utilizzabile dallo scorso anno per calcolare la tassa. Ad esempio, per scorporare l’IMU dovuta per casa e pertinenze, si può ricorrere al programma già recensito da PMI.it nel 2012:

=>scorpora l’IMU dovuta nel 2012 con il programma di calcolo online

Basta inserire la rendita catastale del primo immobile e aggiornare: apparirà l’IMU dovuta.

Se poi si aggiunge la pertinenza, il software quantificherà anche la quota di IMU dovuta per l’immobile: la somma dei due o più elementi che si andranno ad aggiungere corrisponderà a quanto versato lo scorso anno.