Tax Free Shopping: rinvio e-fattura

di Noemi Ricci

scritto il

Rimandato al primo settembre 2018 l'obbligo di fattura elettronica per beni e servizi in ambito fax free shopping: i nuovi termini per l'avvio della procedura digitale.

È stato prorogato al prossimo 1° settembre, dalla Legge di Stabilità 2018, il termine per l’avvio dell’obbligo di emissione della fattura elettronica relativa al “tax free shopping” (acquisti esentasse), previsto dal decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 (art. 4-bis, D.L. n. 193/2016) e originariamente fissato al 1 gennaio.

=> Tax Free Shopping: obbligo fattura di elettronica

Tax free shopping

L’adempimento riguarderà tutte le cessioni di beni e prestazioni di servizi del valore complessivo superiore a 154,94 euro, destinati ad uso personale o familiare trasportati in bagagli personali fuori dal territorio doganale comunitario, compresi gli acquisti effettuati per eventuali familiari non viaggiatori.

Proroga

La proroga si è resa necessaria a causa del ritardo nell’emanazione dell’atteso provvedimento attuativo da parte dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia delle Entrate, che non ha reso possibile garantire sin da inizio anno l’interoperabilità tra il sistema di fatturazione elettronica e il sistema OTELLO.

=> Fatturazione elettronica: come funziona

Sistema OTELLO

L’emissione della fattura elettronica è infatti strettamente collegata alla nuova procedura, prevista dal progetto OTELLO (Online Tax refund at Exit: Light Lane Optimization) dell’Agenzia delle Dogane.

Il sistema digitalizza il procedimento per ottenere il “visto doganale” da apporre sulla fattura per avere diritto allo sgravio diretto o al rimborso successivo dell’IVA che grava sui beni acquistati sul territorio nazionale da soggetti domiciliati o residenti fuori dalla UE, basandosi su una analisi del rischio che tiene conto delle caratteristiche oggettive e soggettive delle richieste presentate.