Lotteria scontrini verso il flop

Lotteria scontrini anti evasione fiscale dal 2018: "dimenticata" la sperimentazione 2017 e il decreto attuativo, non si esclude proroga a data da destinarsi in Legge di Bilancio.

Ennesimo stop all’ipotesi di lotteria degli scontrini in chiave anti-evasione: prevista dalla Legge di Bilancio 2017 con avvio nel 2018, preceduto da una fase sperimentale, sembra destinata a restare nel cassetto. Si tratta di un meccanismo pensato per stimolare l’emissione degli scontrini e quindi un comportamento fiscalmente corretto, introdotto dal (comma 540 legge 232/2016. Per l’entrata in vigore è però necessario un decreto attuativo, mai arrivato e non previsto in tempi brevi.

=> Lotteria scontrini fiscali, come funziona

Lotteria scontrini

Se mai partisse, la lotteria degli scontrini prevedrebbe che, negli esercizi commerciali aderenti, il cliente possa comunicare il codice fiscale al momento dell’acquisto. Il negoziante trasmetterebbe i dati della transazione all‘Agenzia delle Entrate. I partecipanti concorrerebbero a una lotteria con specifici premi: modalità di estrazione, entità e numero demandati al famoso decreto attuativo del Ministero, che avrebbe dovuto anche regolamentare tutti gli aspetti relativi alla lotteria. Come si vede, il meccanismo sarebbe complesso e renderebbe probabilmente necessari software o hardware ad hoc per registrare e trasmettere gli scontrini.

In base a quanto previsto dalla manovra 2017, avrebbe dovuto partire nel marzo scorso una sperimentazione, in realtà mai decollata.  Secondo indiscrezioni di stampa, il rinvio a data da destinarsi potrebbe essere contenuto nella prossima Legge di Bilancio. In realtà, tecnicamente non ce ne sarebbe bisogno perché, per far partire l’iniziativa, è necessario un provvedimento attuativo in mancanza del quale la misura non può essere comunque esser messa in pratica (anche senza proroghe).

L’ipotesi che i tempi non siano imminenti, in effetti, sembra più che probabile: non c’è il decreto e i prossimi mesi difficilmente potranno sbloccare la situazione, visto che l’agenda di impegni dell’esecutivo, soprattutto in materia fiscale, è particolarmente fitta (l’autunno è tradizionalmente dedicato alla Legge di Bilancio). C’è anche un risvolto tecnico, legato al fatto che la piattaforma informatica dovrebbe essere realizzata da Sogei, che è alle prese con la bufera scatenata dal baco nel sistema dello Spesometro.

=> Spesometro a ostacoli, rinvio al 16 ottobre

Fra l’altro, in vista ci sono le elezioni politiche nella primavera del 2018, e una misura come la lotteria degli scontrini non è con ogni probabilità una mossa appetibile in clima elettorale.

 

X
Se vuoi aggiornamenti su Lotteria scontrini verso il flop

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy