Canone TV speciale per le partite IVA

In arrivo missive della RAI che invitano le partite IVA a pagare il canone speciale TV: destinatari e sanzioni.

In arrivo un Canone RAI speciale per tutte le partite IVA in possesso di un apparecchio atto alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive in «esercizi pubblici, locali aperti al pubblico o comunque fuori dall’ambito familiare» (artt. 1 e 27 del rdl del 21/2/1938 n. 246 e dall’art. 2 del dllt 21/12/1944 n. 458), indipendentemente dall’uso che se ne fa.

=> Canone Speciale RAI, guida completa per imprese

Diversamente dal canone RAI per utenze domestiche ora addebitato in bolletta elettrica, infatti, in caso di canone speciale è la RAI a mandare i bollettini. Nei prossimi giorni dovrebbero arrivare le prime lettere della RAI destinate a chi ha aperto una partita IVA tra il 2012 e il 2016 e non abbia versato il canone speciale per il possesso delle TV poiché, si legge nelle lettere:

«Le vigenti disposizioni normative impongono l’obbligo del pagamento del canone speciale a chiunque detenga, fuori dall’ambito familiare, uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni televisive».

Nella missiva la RAI invita le partite IVA a provvedere al pagamento del canone TV, nel caso in cui non l’abbia già fatto, per evitare così di incorrere nelle sanzioni previste dalla legge: l’eventuale mancato pagamento della tassa rilevato dal personale RAI incaricato, o  dall’Autorità di controllo, può comportare una sanzione fino a 619 euro.

X
Se vuoi aggiornamenti su Canone TV speciale per le partite IVA

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy