Rottamazione cartelle verso proroga al 21 aprile

In arrivo una proroga al 21 aprile 2017 per l'adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali: probabile decreto legge con possibili ulteriori novità.

Il Governo conferma la volontà di concedere una proroga per l’adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali, ma il provvedimento non sarà contenuto nel Decreto Terremoto: l’emendamento è stato respinto dalla commissione Ambiente della Camera per la non pertinenza con la materia trattata.

=> Rottamazione cartelle 2017: guida

Nuove scadenze per la rottamazione

L’ipotesi più probabile è che lo slittamento al 21 aprile venga inserito in un provvedimento ad hoc, probabilmente un decreto legge che entri immediatamente in vigore: i tempi sono importanti, perché la scadenza naturale è il 31 marzo.

Si tratta di concedere tre settimane in più ai debitori per aderire alla definizione agevolata dei ruoli e due supplementari per le concessionarie della riscossione, che avranno tempo fino al 15 giugno per rispondere all’istanza rispetto all’attuale scadenza del 31 maggio.

Altre novità sull’adesione agevolata

Esiste la possibilità che il provvedimento dell’Esecutivo recepisca altre istanze relative alla rottamazione, su cui erano stati presentati emendamenti, come quello di un rilascio DURC provvisorio alle imprese che aderiscono, senza aspettare il primo pagamento a luglio.

=> Rateazione debiti per lo sblocco DURC

Come funzione la rottamazione delle cartelle

Ricordiamo che la rottamazione si può chiedere per tutte le somme affidate a Equitalia o ad altri agenti della riscossione fra il 2000 e il 31 dicembre 2016. Si paga l’importo del debito, senza sanzioni e interessi di mora. Nel caso delle multe stradali, si paga per intero la multa senza interessi di mora e maggiorazioni.

Può aderire anche chi ha un piano di rateazione in corso, le rate 2017 sono sospese fino al momento in cui si definisce la rottamazione (il pagamento della prima rata).

X
Se vuoi aggiornamenti su Rottamazione cartelle verso proroga al 21 aprile

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy