Studi di Settore più semplici, le bozze 2017

Le bozze dei prossimi Studi di Settore, pubblicate dall'Agenzia delle Entrate per il modello UNICO 2017, rispecchiano il nuovo corso e contengono numerose novità all'insegna della semplificazione: modelli e dettagli.

Pronte le bozze degli Studi di Settore per UNICO 2017, pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate: prevedono numerose semplificazioni e, una volta approvati, i nuovi modelli potranno essere utilizzati per trasmettere i dati relativi all’anno di imposta 2016, riducendo gli oneri a carico dei contribuenti interessati.

=> Studi di Settore 2016: le novità

Semplificazioni

La prima e più consistente semplificazione consiste nella riduzione delle informazioni richieste all’interno dei modelli rispetto al passato. Dunque, la compilazione diventerà più facile ed immediata, con meno possibilità di commettere errori, con particolare riferimento ai quadri:

  • B delle unità locali;
  • C sulle modalità di svolgimento dell’attività;
  • D relativo agli elementi specifici dell’attività.

Destinati a sparire il quadro Z (presente nel modello di alcuni studi che andranno in evoluzione nel periodo d’imposta 2017) e il quadro T dedicato alla congiuntura economica, la cui funzione dovrebbe venire sostituita da un calcolo automatico.

X
Se vuoi aggiornamenti su Studi di Settore più semplici, le bozze 2017

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy