Canone RAI 2016: occhio alle truffe

Attenzione ai falsi funzionari Enel che chiedono il pagamento in contanti del Canone RAI: l'allarme lanciato da numerosi contribuenti e tutte le informazioni per non cadere nella truffa.

Falsi funzionari Enel

Ogni novità, soprattutto in ambito fiscale, porta con sé incertezze e dubbi e questi lasciano la porta aperta a possibili azioni da parte dei malintenzionati. Non sorprende dunque che questi ultimi siano già all’opera per sfruttare una delle principali novità fiscali del 2016: la riforma del Canone RAI.

=> Canone RAI 2016: domande e risposte

Falsi addetti Enel

Da quest’anno il Canone RAI si paga in bolletta elettrica, quindi se qualcuno bussa alla porta spacciandosi per un impiegato Enel e chiede il versamento dell’imposta in contanti questa è sicuramente una truffa.

=> Canone RAI 2016 in bolletta: novità

Non si tratta di una pura ipotesi, ma di casi concreti accaduti a molti contribuenti che prontamente hanno denunciato il fatto. I falsi addetti Enel erano provvisti di falsi moduli da firmare per la riscossione del Canone TV e chiedevano il pagamento in contanti dei primi 60 euro, informando i contribuenti che la restante quota di imposta sarebbe stata versata a partire dalla bolletta elettrica di luglio.

=> Canone RAI in bolletta senza arretrati

Canone in bolletta elettrica

Attenzione dunque, a non cadere in errore: il Canone RAI si paga in bolletta elettrica e, per quest’anno, a partire dal mese di luglio (in questa fattura saranno conteggiate anche le rate relative ai mesi precedenti). Dal prossimo anno, i 100 euro di Canone RAI verranno diluiti in 10 rate mensili, da gennaio ad ottobre, sempre in bolletta elettrica.

X
Se vuoi aggiornamenti su Canone RAI 2016: occhio alle truffe

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy