Spesometro 2012-2013: conto alla rovescia per l’applicazione

Provvedimento dell'Agenzia delle Entrate sulle modalità applicative dello Spesometro 2012-2013, modificato dalla legge sulle semplificazioni fiscali: tutte le questioni aperte.

Spesometro: novità e chiarimenti dal Fisco

In arrivo le modalità di applicazione dello Spesometro 2012-2013: un provvedimento attuativo dell’Agenzia delle Entrate per chiarire i dubbi applicativi delle imprese sullo strumento, dopo le novità introdotte dal decreto sulle semplificazioni fiscali (Dl 2 marzo 2012, n. 16, convertito con la legge 26 aprile 2012, n. 44) all‘articolo 2, comma 6.

Lo Spesometro 2012-2013

La comunicazione al Fisco delle operazioni 2012 rilevanti ai fini IVA, con obbligo di fattura, dovrà essere effettuata entro il 30 aprile 2013 (per quelle senza obbligo solo in caso superino la soglia di 3.600 euro, IVA inclusa).  Le novità più rilevanti dello Spesometro 2012 sono:

I chiarimenti del Fisco

Nella Circolare in arrivo, l’Agenzia è chiamata a fornire chiarimenti su una serie di punti chiave del cosiddetto Spesometro 2.0.

  • Invio fatture: non è chiaro se vadano comunicate in modo aggregato o analitico, ipotesi più probabile in quanto non obbligherebbe le aziende a organizzare preventivamente le fatture per cliente-fornitore.
  • Data delle operazioni: da chiarire se fa fede la data di annotazione nei registri IVA – ipotesi più accreditata – o quella di emissione o ricevimento della fattura.
  • Commercio online: da chiarire se sono esentate le operazioni online effettuate con carte di credito,ipotesi ritenuta probabile.
  • Noleggio e leasing: precedenti chiarimenti dell’Agenzia escluderebbero dalla comunicazione le società di leasing ma non il soggetto utilizzatore del bene.

 

X
Se vuoi aggiornamenti su Spesometro 2012-2013: conto alla rovescia per l'applicazione

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy