Ravvedimento operoso, i servizi online

Ravvedimento operoso, istruzioni e software dell'Agenzia delle Entrate per il calcolo sanzioni, il pagamento e la regolarizzazione dei tributi dovuti.

L’istituto del ravvedimento operoso è regolato dall’art. 13 del Dlgs n. 472 del 1997 e consente di regolarizzare omessi o insufficienti versamenti e altri adempimenti fiscali, beneficiando di una riduzione delle sanzioni. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per calcolare le sanzioni e gli interessi derivanti dal ravvedimento per IRPEF, addizionali e contributo di solidarietà bisogna seguire il percorso:

“Home – Il tuo profilo fiscale – Compliance, contenzioso e strumenti deflativi – Ravvedimento operoso”.

=> Ravvedimento operoso 2017: calcolo e novità

Violazioni ammesse

Ricordiamo che, in seguito alle modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2015, per i tributi amministrati dall’Agenzia delle Entrate, è possibile fruire del ravvedimento operoso anche nel caso in cui la violazione sia già stata constatata e notificata, siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche e altre attività di accertamento (notifica di inviti a comparire, richiesta di esibizione di documenti, invio di questionari) formalmente comunicate.  Non è possibile invece avvalersi del ravvedimento in caso di notifica degli atti di liquidazione e di accertamento, comprese le comunicazioni da controllo automatizzato e formale delle dichiarazioni.

In ogni caso, il pagamento e la regolarizzazione non precludono l’inizio o la prosecuzione di accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo e accertamento.

=> Omessa dichiarazione: ravvedimento e sanzioni

Servizi online e pagamento

Il pagamento di quanto dovuto per il ravvedimento operoso va effettuato utilizzando:

  • il modello di versamento F24, per le imposte sui redditi, le relative imposte sostitutive, l’IVA, l’IRAP e l’imposta sugli intrattenimenti, indicando con gli appositi codici tributo gli interessi dovuti. L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un software di controllo e compilazione F24;
  • il modello F23, per l’imposta di registro e gli altri tributi indiretti (con l’ausilio del software ad hoc);
  • il modello F24 Elide per tributi, sanzioni e interessi connessi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili (con il tool delle Entrate).

Nei modelli andranno indicati gli appositi codici tributo relativi alle specifiche sanzioni.

Fonte: Agenzia delle Entrate.

X
Se vuoi aggiornamenti su Ravvedimento operoso, i servizi online

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy