Debiti fiscali: come si applicano gli interessi legali

Interessi legali ridotti nel 2017: calcolo ed effetti della variazione sul pagamento dei debiti fiscali.

Il saggio degli interessi legali di cui all’articolo 1284 del Codice Civile, dal 2017 è pari allo 0,1% annuo, per effetto del DM 07.12.2016 (sulla Gazzetta Ufficiale n. 291/2016) che ha previsto una riduzione. Il tasso ha effetto su quanto versare ricorrendo al ravvedimento operoso per regolarizzare eventuali omissioni fiscali, o insufficienti, o tardivi versamenti tributari.

A quanto dovuto, tributo e sanzioni, vanno infatti aggiunti anche gli interessi di mora calcolati sulla base del tasso legale maturato dal giorno successivo a quello entro il quale doveva essere effettuato l’adempimento fino al giorno in cui si effettua il pagamento.

=> Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste

Gli interessi legali da applicare sono quelli in vigore nei singoli periodi, dunque bisogna considerare un tasso pari al:

  • 2,5%, dall’1.1.2012 al 31.12.2013;
  • 1%, dall’1.1.2014 al 31.12.2014;
  • 0,5%, dall’1.1.2015 al 31.12.2015;
  • 0,2%, dall’1.1.2016 al 31.12/2016;
  • 0,1%, dall’1.1.2017 fino al giorno di versamento compreso.

=> Dichiarazioni irregolari, calcolo sanzioni online

Rateazione

Gli interessi legali si applicano, a decorrere dalle rate successive alla prima, anche in caso di rateazione del versamento delle somme dovute per:

  • adesione agli inviti al contraddittorio, in questo caso gli interessi legali si calcolano dal giorno successivo al versamento della prima rata;
  • adesione ai processi verbali di constatazione: gli interessi legali si calcolano dal giorno successivo alla data di notifica dell’atto di definizione dell’accertamento parziale;
  • accertamento con adesione: gli interessi legali si calcolano dalla data di perfezionamento dell’atto di adesione, il tasso di riferimento è quello relativo all’anno in cui viene perfezionato l’atto di adesione e rimane costante anche se le rate vengono versate negli anni successivi;
  • acquiescenza all’accertamento, il calcolo parte dal giorno successivo al versamento della prima rata;
  • conciliazione giudiziale, il calcolo parte dal giorno successivo a quello del processo verbale di conciliazione o a quello di comunicazione del decreto di estinzione del giudizio.

X
Se vuoi aggiornamenti su Debiti fiscali: come si applicano gli interessi legali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy