Il Business Plan: un modello da personalizzare

Modello e consigli pratici sulla redazione del Business Plan aziendale: ecco come pianificare lo sviluppo delle attività, anche in una piccola impresa.

Il Business Plan è un documento di previsione che comprende gli aspetti principali legati allo sviluppo di un attività imprenditoriale. Generalmente viene redatto da coloro che vogliono avviare un’attività – ad esempio commerciale – al fine di ottenere finanziamenti oppure, nel caso di business già avviati, viene predisposto periodicamente dal management per allocare le risorse disponibili e focalizzarsi sugli sviluppi futuri del proprio business.

=> Scarica il modello di Business Plan

Uno sguardo d’insieme

In generale, il Business Plan è un documento che affronta ed approfondisce tematiche legate al potenziale sviluppo dell’azienda su un particolare mercato. Gli argomenti principali che vengono normalmente presi in considerazione in modo schematico riguardano:

  • Il prodotto o il servizio che si offre o si intende offrire
  • Il mercato in cui l’impresa opera o andrà ad operare
  • La strategia e l’implementazione della stessa
  • Il gruppo dirigente
  • Le previsioni finanziarie

=> Cosa scrivere nel Business Plan

Ovviamente il focus e l’approfondimento dei differenti aspetti dipenderà dalle finalità che presiedono alla stesura del business plan. Per intendersi: la descrizione del prodotto, la strategie e il gruppo dirigente saranno particolarmente importanti per una Start Up mentre nel caso di una azienda già avviata in cerca di un finanziamento bancario, può essere più utile concentrarsi sugli aspetti finanziari.

Anche la lunghezza complessiva del documento viene determinata sulla base di considerazioni funzionali. Un piano redatto per esigenze interne all’azienda può essere tranquillamente composto da una ventina di pagine (e anche meno [ndr]), mentre un Business Plan da sottoporre ad un Venture Capitalist necessita di un approfondimento maggiore. In questo ultimo caso vengono generalmente predisposte circa quaranta pagine con un sommario iniziale che consenta al lettore di individuare immediatamente gli aspetti di suo interesse, illustrazioni, grafici e una buona formattazione che agevoli la lettura.

Fatte queste premesse che definiscono in modo sintetico il quadro complessivo entriamo nel merito dei singoli punti specifici.

Il prodotto

Questa parte del Business Plan è generalmente quella più descrittiva. Si tratta di una porre in luce la natura dei prodotti o dei servizi offerti dal punto di vista, questo è l’elemento centrale, del potenziale cliente. L’analisi va fatta considerando sia la situazione attuale del settore in cui intendete operare che quella prospettica.

Nel merito bisogna specificare qual è il prodotto o il servizio offerto e domandarsi quali sono i bisogni dei clienti che vengono soddisfatti, quali sono i benefici che otterranno acquistando ciò che intendiamo offrire.

X
Se vuoi aggiornamenti su Il Business Plan: un modello da personalizzare

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy