Consigli LinkedIn per PMI

I suggerimenti per le piccole e medie imprese proposti da LinkedIn per incrementare i risultati di business seleziondo i migliori professionisti.

Il social network professionale LinkedIn ha pubblicato la Guida PMI per trovare migliori collaboratori e contatti di lavoro più strategici per il proprio business sfruttando il Web. Di fatto, LinkedIn continua ad essere un must intramontabile per tutti coloro che sono attivi nel mondo del lavoro e si mettono in rete per mettere in vetrina le porprie competenze e professionalità, nonchè nuovi progetti e idee.

In questo senso, il recruiting social e l’attenzione alle reti professionali diventano strumenti economici e fattivi per Pmi in cerca di valore aggiunto per la propria azienda.

Ecco in sintesi i consigli LinkedIn per il business delle PMI in Rete che vogliono scommettere su social network professionale:

  1. Fate crescere il vostro profilo
  2. Create una pagina aziendale
  3. Fate crescere e monitorate il vostro network
  4. Fatevi segnalare
  5. Cercate nuovi contatti tramite i Gruppi LinkedIn e la sezione Risposte
  6. Reclutare le persone giuste
  7. Migliorate la produttività tramite LinkedIn mobile
  8. Sfruttate al meglio le applicazioni

Guida LinkedIn per PMI

I consigli in versione integrale

1.Fate crescere il vostro profilo

Usare il profilo nel modo giusto può spalancare le porte a potenziali clienti, dipendenti e partner di settore che avrebbero così modo di contattarvi. Più completo è il profilo, più facile sarà per le persone trovarvi tramite i motori di ricerca. Assicuratevi che il riepilogo sia completo e includa una vostra foto in modo da accrescere la vostra credibilità. Aggiungete le vostre abilità al profilo per sottolineare la vostra esperienza ed essere trovati da chiunque stia cercando tali requisiti. Potete, inoltre, ricordare agli altri chi siete tenendo attivo il vostro profilo con aggiornamenti regolari di stato.

2.Create una pagina aziendale

Aumentate la visibilità della vostra azienda creando un profilo aziendale. I profili aziendali danno l’opportunità agli iscritti di visualizzare le informazioni relative a ogni impresa, come una sua descrizione, il numero di dipendenti e il settore in cui opera. Sviluppate, dunque, il vostro profilo aziendale con il logo, le sedi e alimentatelo con il blog aziendale.

3. Fate crescere e monitorate il vostro network

Importate gli elenchi dei contatti che già possedete nel vostro client di posta elettronica per scoprire quali di loro sono già presenti su LinkedIn. LinkedIn vi segnala in automatico le persone che potreste conoscere sulla base delle vostre informazioni e dei contatti che già avete. Prendete l’abitudine di scorrere attentamente i vostri contatti per trovare le persone con cui potreste volervi connettere. Invitare gli altri – dai clienti ai venditori – a connettersi al vostro network è la giusta idea per mostrare loro che siete attivi online e per offrire a voi un margine di vantaggio sui vostri concorrenti che probabilmente non entreranno in contatto con i clienti nel modo in cui fate voi.

4. Fatevi segnalare

Le segnalazioni rappresentano uno dei modi migliori per assicurarvi nuovi clienti poiché è proprio questa la caratteristica più ricercata quando si guarda un profilo. Le segnalazioni aumentano la vostra credibilità professionale e fanno una bella impressione su chi legge il vostro profilo. Assicuratevi di richiedere segnalazioni LinkedIn a clienti soddisfatti che potrebbero voler lasciare una testimonianza. I clienti soddisfatti sono il modo migliore per attrarre nuovi clienti.

5. Cercate nuovi contatti tramite i Gruppi LinkedIn e la sezione Risposte

Entrate a far parte di un Gruppo dedicato alle PMI: potrete così entrare in contatto con persone che condividono con voi le stesse idee e la stessa mentalità e che possono offrirvi supporto e risposte alle vostre domande di business. Entrare a far parte di gruppi che sono legati al vostro settore o che riguardano tematiche legate alle piccole aziende si rivela inoltre il modo ideale per stringere nuove connessioni. Che tali connessioni siano locali o internazionali poco importa, poter disporre di un gruppo ampio e variegato non potrà che giovarvi. Attraverso i gruppi potrete essere trovati da potenziali clienti, poiché i membri di un gruppo hanno la possibilità di scambiarsi messaggi direttamente, anche se non sono tra loro connessi.

Rispondete alle domande dei vostri contatti nella sezione Risposte di LinkedIn senza farvi troppa pubblicità o mettervi troppo in mostra; ponente ai vostri contatti delle domande mirate per capire verso quali clienti o potenziali collaboratori indirizzarvi. Gli utenti possono votare la risposta che reputano migliore; i maggiori esperti della settimana ricevono un badge per il proprio profilo e sono visualizzati sulla homepage della sezione Risposte, figurando così come esperti in materia.

6. Reclutare le persone giuste

Usate gli strumenti di ricerca offerti da LinkedIn per cercare all’interno di un bacino di candidati passivi quelli più adatti a ricoprire le posizioni chiave all’interno della vostra azienda. Modificate il vostro stato in “in assunzione” e postate l’elenco dei posti vacanti nei vostri gruppi LinkedIn per attrarre i migliori talenti. Promuovendo il vostro profilo LinkedIn ad account premium, potrete inviare messaggi anche ai possibili candidati cui non siete connessi. Il prodotto specifico per le aziende LinkedIn Recruiter vi permette di entrare in contatto con un network di candidati passivi tra cui cercare quelli più adatti alle vostre esigenze.

7. Migliorate la produttività tramite LinkedIn mobile

Accedere a LinkedIn anche durante gli spostamenti tramite le app per iPhone, Android e BlackBerry vi permetterà di aggiornare il vostro profilo ed effettuare ricerche su LinkedIn per connettervi, in occasione di manifestazioni o conferenze, con colleghi che potreste conoscere. Usate l’applicazione mobile di LinkedIn per conoscere il background della persona che avete conosciuto durante un viaggio: ciò vi porrà in una posizione di vantaggio consentendovi di gestire al meglio il momento della presentazione e vi offrirà spunti utili per le future conversazioni.

8. Sfruttate al meglio le applicazioni

Utilizzate le applicazioni LinkedIn per migliorare il vostro profilo, sincronizzandolo con il vostro account Twitter, con il vostro blog o con il sito aziendale, per offrire a potenziali dipendenti o contatti maggiori informazioni sulle vostre capacità e sulla vostra esperienza. Cercate nell’Application Directory di LinkedIn le applicazioni che fanno al caso vostro e sfruttate al meglio applicazioni come SlideShare, per condividere le vostre presentazioni con il network e TripIt, per segnalare ai vostri contatti i posti verso cui state viaggiando di modo che, se qualcuno di loro è libero, gli darete la possibilità di raggiungervi.

X
Se vuoi aggiornamenti su Consigli LinkedIn per PMI

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy