Microarea presenta il modulo “Analisi di Bilancio”

Microarea mette a disposizione delle PMI il nuovo modulo "Analisi di Bilancio" per monitorare gli andamenti economico-finanziari

Per le PMI Microarea S.p.A mette a disposizione il nuovo modulo “Analisi di Bilancio” dell’ ERP (software gestionale, acronimo di enterprise resource planning) Mago.Net con lo scopo di monitorare gli andamenti economico-finanziari. Tale esigenza è resa necessaria dall’accordo internazionale sui requisiti patrimoniali delle banche, Basilea 2, che entrerà in vigore nel 2008. Per questo motivo le banche inizieranno a testare lo stato finanziario delle imprese (definito rating) che rappresenta un parametro determinante per stabilire le condizioni di accesso al credito da parte delle aziende.

Soprattutto le PMI esprimono l’esigenza di avere a disposizione un modulo in grado di eseguire un’analisi economica e finanziaria, in quanto maggiormente esposte al rischio di una diminuzione del credito e a un aumento del tasso di interesse. Il capitale delle imprese di piccole dimensione è nell’interesse di molti. A tal proposito, già nei primi giorni di Dicembre era stato presentato a Milano il MAC (mercato alternativo del credito) per garantire l’accesso al capitale di rischio. L’analisi finanziaria tramite “Analisi di Bilancio” è eseguita con il calcolo delle variazioni patrimoniali e la compilazione del rendiconto finanziario. L’analisi economica invece esamina la composizione del Roe (redditività capitale netto). I risultati sono poi visualizzati da report dettagliati corredati da indici, commenti e grafici.

Il modulo inoltre consente di personalizzare la logica del calcolo del rating, modificando la scelta degli indici da considerare e il loro peso, in modo da adattare il modello alle specifiche esigenze di ciascun istituto di credito.

X
Se vuoi aggiornamenti su Microarea presenta il modulo "Analisi di Bilancio"

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy