Tratto dallo speciale:

Cessione quinto pensione: nuovi tassi

di Noemi Ricci

scritto il

Tassi di interesse per il primo trimestre 2018 da applicare ai prestiti dietro cessione del quinto pensione o stipendio.

Con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 dicembre 2017 (pubblicato nella G.U. Serie Generale n. 303 del 30/12/2017), sono stati aggiornati i tassi di interesse relativi al I trimestre 2018 con riferimento alla cessione del quinto della pensione.

Vengono di conseguenza aggiornati anche i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari, che vengono periodicamente rivisti dal MEF ai fini della determinazione dei tassi usurari da applicare alle operazioni di prestito da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione.

=> Cessione del quinto: istruzioni e aggiornamenti

Validità dei nuovi tassi

I nuovi tassi per la cessione del quinto della pensione trovano dunque applicazione per il periodo dal 1° gennaio 2018 al 31 marzo 2018.

I tassi sono determinati ai sensi dell’articolo 2, comma 1, della legge n. 108/1996 – recante disposizioni in materia di usura – come modificato dal decreto legge 13 maggio 2011, n. 70, convertito con modificazioni dalla legge 12 luglio 2011, n. 106, rilevati dalla Banca d’Italia per il trimestre 1° luglio 2017 – 30 settembre 2017,

=> Cessione Quinto con obbligo di polizza

Tassi cessione quinto pensione

In particolare, il valore dei tassi da applicare per il primo trimestre 2018 diventa:

Classi d’importo in €uro Tassi medi Tassi soglia usura
Fino a 15.000 11,6762 18,5952
Oltre i 15.000 8,9739 15,2174

___

Tassi soglia TAEG cessione quinto pensione

Mentre i tassi soglia TAEG diventano:

Tassi soglia per età  Classe di importo del prestito (TAEG)
Classi di età [1]         Fino a € 15.000 Oltre € 15.000
Fino a 59 anni          8,66 7,40
60-64          9,46 8,20
65-69         10,26 9,00
70-74         10,96 9,70
75-79         11,76 10,50

 

[1] Le classi di età comprendono il compleanno dell’età minima della classe; l’età deve intendersi quella maturata a fine piano di ammortamento.