Pensione co.co.co, le opzioni percorribili

I co.co.co. sono esclusi dall'APe Sociale ma sono accedere al cumulo gratuito dei contributi qualora così raggiungessero la pensione anticipata.

A  gennaio 2018 compirò 63 anni. Ho maturato 28 anni di contributi INPS, più 3 in gestione separata. Ultimo contratto, da co.co.co., terminato il 15 giugno 2017. Ho fatto domanda Dis-Coll, accolta con decorrenza 30 giugno per 6 mesi. Avrò diritto all’APe Social?

Domanda di: Patrizia R.

In realtà, se il suo ultimo contratto di collaborazione si è interrotto per scadenza del termine, pur avendo diritto al trattamento di disoccupazione riservato ai parasubordinati (Dis-Coll), cumulare non può accedere all’APe Sociale. Sono ammessi solo coloro che perdono il lavoro per licenziamento, dimissioni per giusta causa o nell’ambito di procedure di conciliazione a seguito di ristrutturazioni aziendali.

=> Dis-coll per co.co.co: le regole 2017

Al compimento dei 63 anni, potrà eventualmente scegliere l’APe Volontaria, che però non è a carico dello Stato ma un anticipo pensionistico, da restituire con rate ventennali sulla pensione vera e propria. I requisiti sono, oltre ai 63 anni di età, almeno 20 anni di contributi, un assegno maturato pari ad almeno 1,4 volte il minimo (circa 700 euro), e al massimo tre anni e sette mesi al raggiungimento dell’età pensionabile.
Le resta anche l’opzione cumulo gratuito dei contributi, valido anche per il raggiungimento del requisiti di accesso alla pensione anticipata.

X
Se vuoi aggiornamenti su Pensione co.co.co, le opzioni percorribili

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy