Decorrenza TFR dopo Opzione Donna

La liquidazione del TFR e del TFS decorre in momenti diversi a seconda di numerosi fattori: regole generali e casi particolari.

Sono una ex dipendente comunale, ho avuto accesso alla pensione dal 1 giugno 2016, in regime di opzione donna, con 36 anni di contributi e 61 anni di età compiuti il 28 settembre 2015. Quando mi verrà corrisposto il TFR?

Domanda di: Maria T.

A me sembra che il suo caso ricada fra gli aventi diritto alla liquidazione della pensione entro 12 mesi. Quindi, la scadenza avrebbe dovuto essere il giugno 2017. Le consiglio però di rivolgersi all’INPS, perché le regole sul TFR dei dipendenti pubblici prevedono diverse casistiche. Le regole sono complesse: il periodo di attesa alla pensione varia a seconda del momento in cui è cessato il servizio per maturazione del diritto e della tipologia di trattamento previdenziale (di vecchiaia, anticipata, con o senza penalizzazioni).

L’Opzione Donna è una forma di pensione anticipata che prevede penalizzazioni (perché l’assegno è calcolato con il metodo contributivo). In base alle regole descritte nella circolare INPS 154/2015, i dipendenti pubblici che maturano il diritto a pensione fra il 2012 e il 2017 prendono il TFR dopo 12 mesi, a prescindere dalle penalizzazioni.

=> Decorrenza TFR: liquidazione a rate

Se il suo TFR è inferiore a 50mila euro dovrebbe riceverlo tutto in unica soluzione, se è compreso fra 50mila e 100mila euro lo prenderà in due rate annuali (la prima di 50mila euro, la seconda pari all’importo residuo, viene versata 12 mesi dopo la prima). Se il TFR è sopra i 100mila euro, è distribuito su tre rate, distanziate di un anno l’una dall’altra, le prime due di 50mila euro, e l’ultima pari all’importo residuo.

X
Se vuoi aggiornamenti su Decorrenza TFR dopo Opzione Donna

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy