Contributi volontari durante l’APe Social

Versando contributi volontari durante la fruizione dell'APe Social si può maturare prima la pensione anticipata, così da percepire un assegno più elevato.

Sono nato il 23/12/1954. Al 31/05/2017 i contributi utili ammontavano a 2156 settimane. Attualmente mi trovo in mobilità, che scadrà a fine dicembre 2017. Volendo andare in pensione anticipata il primo novembre 2018 (con 42 anni e 10 mesi di contributi), quale è l’alternativa migliore fra versamento volontario (circa 10 mesi) e APe Social?

Domanda di: Franco B

Direi che una cosa non esclude l’altra: lei può chiedere l’APe Social quando maturerà il diritto (nel 2018, dopo tre mesi dal termine della mobilità) e contemporaneamente versare contributi volontari per maturare la pensione di vecchiaia (durante l’APe non sono previsti contributi figurativi). Quando maturerà i 42 anni e dieci mesi, terminerà di percepire l’APe sociale e prenderà la pensione.

=> Contributi volontari pensione: quanto e come versarli

Nell’ipotesi in cui lei chiedesse l’APe e non versasse i contributi volontari per raggiungere il requisito per la pensione anticipata, resterebbe in APe fino alla maturazione della pensione di vecchiaia. Non mi pare sia per lei conveniente: l’APe Social non può superare i 1500 euro lordi al mesi, che significa circa 1325 euro netti, erogati per 12 mensilità.

Faccia bene i conti iniziando con il confrontare l’importo della sua pensione di vecchiaia con quella anticipata, tenendo poi presente che quest’ultima inizierebbe a fine 2018, mentre mi pare che per quella di vecchiaia debba attendere ancora qualche anno.

X
Se vuoi aggiornamenti su Contributi volontari durante l'APe Social

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy