Il 730 per gli stagisti

Imposizione fiscale sui rimborsi per stage, opzione sostituto d'imposta e dichiarazione dei redditi.

Sto lavorando come stagista presso un commercialista, ricevendo un rimborso spese, a luglio avrò la busta paga in merito al mese di competenza: per la dichiarazione dei redditi, il mio datore di lavoro potrà agire da sostituto d imposta? Potrei fare quindi il 730?

Domanda di: Martina

Deve chiedere al suo datore di lavoro l’eventualità disponibilità a fare da sostituto d’imposta. Nel caso in cui questo non sia possibile, deve presentare autonomamente la dichiarazione dei redditi.

Può scegliere di compilare da sé il 730 senza sostituto d’imposta, opzione che credo nel suo caso sia praticabile perché i compensi relativi agli stage (anche quando sono retribuiti sotto forma di rimborso spese) sono redditi dichiarabili con il modello 730.

=> Tirocini: la normativa aggiornata sugli stage in azienda

Dalla sua domanda, mi sembra di capire però che lei lavora come stagista da questo 2017. Se è così, allora tenga presente che i redditi che sta guadagnando quest’anno li dovrà inserire nella dichiarazione dei redditi del 2018.
Magari è per questo che, al momento, il suo datore di lavoro non si è ancora posto il problema di agire come sostituto d’imposta (in genere, è una pratica che si affronta nel mese di gennaio).
Comunque, visto che lavora presso un commercialista, indipendentemente dalla disponibilità a farle da sostituto d’imposta, le consiglio di chiedere un parere al suo datore di lavoro, che senz’altro saprà suggerirle la soluzione migliore. Indicandole anche come inserire correttamente i redditi da lei percepiti in dichiarazione, e quale aliquota IRPEF applicare.

X
Se vuoi aggiornamenti su Il 730 per gli stagisti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy