Pensione sociale, come ottenerla

Pensione sociale e di vecchiaia: requisiti a confronto ed esempi pratici di calcolo e ammontare.

Sono casalinga, non ho mai versato contributi. Mio marito percepisce la pensione. Potrò fare domanda a 66 anni per ricevere anch’io la pensione di vecchiaia? A quanto ammonta l’ eventuale importo?

Domanda di: Elisa B.

La pensione di vecchiaia è un trattamento che prevede il versamento di contributi. Non è riconosciuta a chi non abbia versato almeno 20 anni di contributi.

Il trattamento riconosciuto a chi non ha una posizione contributiva è invece la pensione sociale, che però viene versata solo in presenza di determinati requisiti: età anagrafica di 65 anni e sette mesi (66 anni e sette mesi nel 2018) e soglie massime di reddito.

=> Il minimale contributivo per la pensione

Il trattamento, pari a 448,07 euro per 13 mensilità, è riconosciuto per intero solo a chi non possiede alcun reddito. Rileva anche quello del coniuge. E’ versato in misura parziale a chi possiede redditi inferiori all’importo dell’assegno sociale, fino a concorrenza della cifra prevista.

Esempio: chi ha un reddito di 300 euro, percepirà 148,07 euro di assegno sociale. Quindi, lei avrà diritto all’assegno quando avrà l’età necessaria e solo nel caso in cui la pensione di suo marito sia inferiore a 448,07 euro.

X
Se vuoi aggiornamenti su Pensione sociale, come ottenerla

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy