Pensioni: contributi figurativi dopo NASpI

Dopo la NASpI, i versamenti volontari possono compensare quelli figurativi al fine di incrementare l'importo della futura pensione.

Un nostro collaboratore dovrà usufruire della Naspi dal primo aprile e, al termine dei 2 anni, maturerà il diritto alla pensione anticipata. Poichè l’importo dei contributivi figurativi (1.300 per 1,4 come reddito) riduce quello della pensione, è possibile integrare versando i relativi contributi?

Domanda di: Luigi C.

Per sicurezza le conviene chiedere all’INPS, ma in linea generale ritengo sia possibile che il vostro collaboratore possa versare i contributi volontari per incrementare l’importo della futura pensione. I contributi figurativi servono a perfezionare i requisiti per il raggiungimento della pensione, oppure ad alzare l’importo della futura pensione integrando quanto già versato.

=> Pensione piena con i contributi volontari

La norma richiede come condizione necessaria per l’autorizzazione al versamento l’interruzione del rapporto di lavoro, che in questo caso mi sembra sia prevista.

È anche necessario avere almeno 5 anni di contributi versati, oppure 3 anni nei 5 che precedono l’interruzione del rapporto: direi che in questo caso il requisito è ampiamente soddisfatto visto che il vostro collaboratore è vicino alla pensione anticipata.

X
Se vuoi aggiornamenti su Pensioni: contributi figurativi dopo NASpI

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy