Contributi esteri: totalizzazione Italia e Francia

Cumulo contributi: totalizzazione della contribuzione maturata in paesi UE: regole e convenzioni.

Ho 60 anni e ho maturato 26 anni di contributi come dipendente di azienda privata in Francia e 14 anni e 6 mesi come dipendente di azienda privata in Italia d​o​ve attualmente lavor​o. Potrò accedere alla pensione anticipata in Italia con 42 anni e 10 mesi cumulando i contributi​ francesi?

Domanda di: Matteo T.

Per i lavoratori che hanno un periodo di contribuzione in uno Stato UE, c’è una specifica forma di totalizzazione contributi prevista dalle norme italiane che consente la somma di quanto versato nei diversi paesi. Lo prevedono le leggi comunitarie e specifiche convenzione firmate dall’Italia.

I contributi versati come dipendente in Francia sono dunque utili alla maturazione del requisito per la pensione anticipata.

=> Contributi all’estero: come fare il cumulo

Un utile documento di prassi, anche per effettuare calcoli e capire come funziona il meccanismo, è la circolare INPS 88/2010, con tutte le disposizioni relative alle pensioni (di vecchiaia, anticipate, di invalidità) maturate attraverso contributivi versati in diversi stati europei.

X
Se vuoi aggiornamenti su Contributi esteri: totalizzazione Italia e Francia

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy