APe Volontaria e TFR: differenze

Analisi comparata dell'anticipo pensionistico APe Volontaria e del TFR: quando fare domanda e quanto fruire del trattamento.

Sono nato il 18/02/1953 e al 1/10/2017 maturerò 37 anni di contributi. Ho aderito a fondi integrativi da circa 20 anni. Vorrei usufruire dell’APe Volontaria a ottobre 2017 (2 anni di anticipo rispetto alla scadenza naturale di 66 anni e 7 mesi) e vorrei sapere quando potrò chiederla, a maggio 2017? Posso usare la RITA? In quale percentuale? Il TFR (la parte trattenuta dall’azienda) quando mi verrà erogata? Al compimento dei 66 anni e 7 mesi?

Domanda di: Marco B.

Lei potrà chiedere l’APe Volontaria a partire da maggio, in qualsiasi momento (quindi anche a ottobre).

=> APe Volontaria, scaglioni e decorrenza

Per quanto riguarda la RITA (comma 188 della Legge di Stabilità) può decidere in che misura farsi anticipare la rendita integrativa.

Il TFR le viene erogato in base a quanto prevede il suo contratto di lavoro, quindi probabilmente alla cessazione del rapporto. Solo nel caso dei dipendenti pubblici e del personale degli enti pubblici di ricerca, la legge (comma 192 legge di Stabilità) prevede che venga versato al momento in cui maturano il requisito per la pensione di vecchiaia.

X
Se vuoi aggiornamenti su APe Volontaria e TFR: differenze

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy