Naspi: requisiti e richiesta

Analisi dei requisiti per l'accesso al sussidio Naspi a partire da un caso pratico: termini di legge e situazione specifica.

Vorrei capire se ho diritto a NASPI: l’ultimo contratto è un contratto a chiamata; finisce al 31 dicembre 2016 ma da agosto non mi hanno più chiamato.

Domanda di: E.

Il lettore potrà presentare domanda di Naspi non appena cessato l’attuale rapporto a termine (31.12.2016), sempre che non si rioccupi immediatamente. Possiede infatti tutti i requisiti previsti dalla normativa che approfitto per riepilogare:

  • Stato di disoccupazione involontario. Tale situazione si verifica anche con la cessazione di un contratto stipulato a tempo determinato.
  • Almeno 13 settimane di contribuzione contro la disoccupazione nei quattro anni precedenti (verificati dall’estratto contributivo trasmesso insieme al quesito).
  • Almeno 30 giornate di lavoro effettivo negli ultimi 12 mesi (verificati dall’estratto contributivo trasmesso insieme al quesito).

=> Disoccupazione e scadenza contratto

Sono esclusi i lavoratori a tempo indeterminato della Pubblica Amministrazione, gli operai agricoli, i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale ed i lavoratori titolari di pensione diretta.

Michele Bolpagni, Consulente del Lavoro

X
Se vuoi aggiornamenti su Naspi: requisiti e richiesta

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy