Assegni familiari: casi particolari

I nuclei familiari senza figli, in presenza o assenza di componenti inabili: come calcolare l'importo dell'assegno familiare.

Un lavoratore metalmeccanico coniugato con moglie invalida civile al 75% e senza lavoro ha diritto agli assegni familiari?

Domanda di: Giuseppe B.

I nuclei familiari senza figli, sia in presenza che in assenza di componenti inabili, hanno diritto alla corresponsione dell’assegno familiare.

  • Nella prima ipotesi (presenza di un coniuge inabile) si applicherà la tabella Inps n.21 C, che consente di ricevere un importo a titolo di assegno fino ad un reddito di € 35.108,90.
  • Nella seconda (assenza di coniuge inabile) si applicherà invece la tabella Inps 21 A che consente di ricevere l’assegno per un reddito non superiore a € 23.785,05.

L’inabilità, ai fini della normativa sugli assegni familiari, è intesa quale incollocabilità al lavoro, per la quale si richiede, generalmente, un’invalidità pari al 100%.
Sono sempre da ricordare i prerequisiti fondamentali per il diritto all’assegno:
1. il richiedente deve avere un rapporto di lavoro dipendente in corso;
2. il reddito del nucleo familiare deve essere composto per almeno il 70% da reddito derivante da lavoro dipendente.

Michele Bolpagni, Consulente del Lavoro

X
Se vuoi aggiornamenti su Assegni familiari: casi particolari

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy