ASDI abrogata: cambia il sussidio

Sussidi di disoccupazione: ASDI solo per chi ha maturato il diritto entro il 2017, da gennaio 2018 a chi termina la NASpI resta solo il ReI, con requisiti più stringenti.

L’ASDI va in soffitta e le procedure INPS si adeguano all’abrogazione del sussidio di disoccupazione, che può ancora essere riconosciuta solo a coloro che avevano maturato il diritto entro fine 2017, mentre dal 2018 sostituita è dal ReI, il reddito di inclusione.

=> Reddito Inclusione Rei: addio a SIA e ASDI

ASDI per requisiti 2017

L’ASDI è una prestazione di disoccupazione pari al 75% della NASpI che spettava dopo aver terminato il periodo coperto dall’assicurazione per l’impiego se il lavoratore restava in una situazione di particolare disagio economico: ISEE sotto i 5mila euro, almeno 55 anni di età, oppure minorenni a carico.

La nuova procedura INPS, spiega il messaggio 196/2018 dell’istituto di previdenza, è stata adeguata per istruire le domande verificando la presenza dei requisiti di accesso all’assegno di disoccupazione maturati entro il primo gennaio 2018. In particolare, quello della fruizione della NASpI per la sua durata massima tale data.

ReI dal 2018

 

Il reddito di inclusione, ReI che sostituisce SIA (inclusione attiva) e ASDI, consiste in un beneficio economico che si accompagna a un progetto personalizzato, si rivolge a nuclei familiari con ISEE sotto i 6mila euro, ISRE (indicatore di reddito in rapporto alla composizione del nucleo familiare) fino a 3mila euro, patrimonio immobiliare non superiore a 20mila euro e mobiliare fino a 10mila euro (6mila euro per i single, 8mila euro per le coppie).

Nel nucleo familiare deve essere presente un minore, oppure un 55enne, o ancora una persona con disabilità e almeno un genitore o tutore, o infine donna in gravidanza. Come si vede, sono presenti tutte le condizioni che davano diritto all’Asdi, con differenze che riguardano reddito e patrimonio.

=> Reddito di inclusione: domanda e requisiti ReI

Quindi, la situazione attualmente è la seguente: chi aveva maturato le condizioni per il diritto all’ASDI entro la fine del 2017 può ancora presentare domanda per avere l’ammortizzatore sociale (che dura sei mesi) secondo i precedenti requisiti; chi finisce di percepire la NASpI nel 2018 non può più chiedere l’ASDI ma dovrà presentare domanda di Rei, a patto di averne tutti i requisiti previsti.

X
Se vuoi aggiornamenti su ASDI abrogata: cambia il sussidio

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy