Assegno sociale 2017, beneficiari e requisiti - PMI.it

Assegno sociale 2017, beneficiari e requisiti

Assegno sociale 2017: requisiti per la prestazione di sostegno al reddito e istruzioni di domanda.

In sostituzione della pensione sociale fin dal 1996, l’assegno sociale è una prestazione economica erogata dall’INPS ai soggetti in condizioni economiche disagiate al raggiungimento di una certa età.

Requisiti 2017

L’assegno (non soggetto a IRPEF) è riconosciuto agli Italiani residenti sul territorio nazionale e ai cittadini comunitari ed extracomunitari in possesso di carta di soggiorno purché residenti in Italia da almeno 10 anni. E’ necessario avere almeno 65 anni e 7 mesi di età. Per effetto della Riforma Fornero, dal 1° gennaio 2018 il requisito anagrafico sarà incrementato a 66 anni e 7 mesi. Per richiedere l’assegno occorre che il reddito sia al di sotto di una certa soglia (l’INPS effettua ogni anno la verifica dei requisiti):

  • 5.824,91 euro se il richiedente non è coniugato;
  • 11.649,82 euro se è coniugato (reddito cumulativo).

=> Sussidi al reddito: importi 2016

I redditi non computati ai fini dell’attribuzione dell’assegno sono:

  • TFR e anticipazioni sui trattamenti stessi;
  • reddito della casa di abitazione;
  • competenze arretrate soggette a tassazione separata;
  • indennità di accompagnamento per invalidi civili, ciechi civili e indennità di comunicazione per i sordi;
  • assegno vitalizio erogato agli ex combattenti 1915/1918;
  • arretrati di lavoro dipendente prestato all’estero. 

=> Ammortizzatori sociali: le novità 2017

Assegno sociale 2017

In base alle ultime rivalutazioni, l’importo dell’assegno sociale massimo è di 448,07 euro, erogato in 13 mensilità per un totale annuo di 5924,91 euro. L’assegno è concesso al 100% se il richiedente non percepisce reddito, altrimenti viene elargito in misura proporzionale alla differenza tra importo annuale dell’assegno sociale corrente e ammontare del reddito annuale. Dal 2001, l’assegno gode di una maggiorazione, con quota fissa soggetta a perequazione pari a 12,91 euro al mese, per i destinatari oltre i 65 anni.

=> Pensione: soglie di integrazione al minimo

Riduzioni assegno

In generale, hanno diritto all’assegno intero i soggetti non coniugati che non possiedono alcun reddito o coniugati con reddito familiare inferiore a 5.824,91 euro all’anno. Hanno invece diritto all’assegno ridotto i soggetti non coniugati con un reddito inferiore all’importo annuo dell’assegno e coniugati con reddito familiare inferiore al doppio dell’importo annuo dell’assegno.

Inoltre, se il beneficiario viene ricoverato in un istituto sanitario pubblico, l’importo della prestazione è ridotto: al 50% se la retta del ricovero è carico dello Stato; al 25% se è a carico dell’interessato. Se l’importo della retta per il ricovero supera del 50% l’importo dell’assegno, questo non subisce alcuna riduzione. È onere del beneficiario presentare idonea documentazione attestante il ricovero e l’importo della retta pagata.

Domanda INPS

Il pagamento dell’assegno sociale viene effettuato dall’INPS dal 1° giorno del mese successivo a quello in cui viene presentato il modello di domanda, che si trasmette:

  • tramite sito INPS con codice PIN;
  • telefonando al contact center (803164 da rete fissa, 06164164 da rete mobile);
  • rivolgendosi a CAF o patronati.

Il modello di domanda 2017 è scaricabarile dal sito INPS nella sezione modulistica. Alla domanda vanno allegati l’autocertificazione dei dati personali e una dichiarazione sulla situazione reddituale. Una volta verificata la sussistenza dei requisiti l’Istituto eroga la prestazione il primo giorno del mese seguente a quello in cui è stata presentata la domanda. In caso di rigetto della richiesta, si può presentare ricorso all’INPS entro 90 giorni.

X
Se vuoi aggiornamenti su Assegno sociale 2017, beneficiari e requisiti

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy