Terremoto Ischia, aiuti alle imprese

La BCP offre finanziamenti agevolati e blocca le rate dei mutui per 12 mesi, strumenti per le imprese colpite dal terremoto Ischia anche da parte di Artigianato Campania e Confesercenti.

Agevolazioni per le PMI di Ischia colpite dal terremoto dello scorso 21 agosto da parte di istituti finanziari e associazioni imprenditoriali del territori. La Banca di Credito Popolare ha sospeso per 12 mesi le rate dei mutui e dei finanziamenti alle imprese e ai privati, e ha previsto un plafond pari a 15 milioni di euro per la concessione di nuovi prestiti finalizzati alla ricostruzione di edifici e fabbriche e alla ripresa delle attività economiche. Questi ultimi saranno garantiti da GaFi (Garanzia fidi), che in generale ha previsto condizioni di particolare favore per le garanzie, con una riduzione fino al 20% di tassi e commissioni.

=> ZFU Centro Italia, le istruzioni del Mise

Le iniziative a sostegno delle PMI colpite dal sisma riguardano esclusivamente le imprese che hanno sede nei comuni colpiti dal terremoto di Ischia. Solidarietà alle PMI del territorio dall‘Ente Bilaterale Artigianato Campania, che esprime «la propria vicinanza e solidarietà alle imprese artigiane dell’Isola di Ischia e ai loro lavoratori per il difficile momento che stanno vivendo», e assicura la ferma volontà di fornire massima collaborazione alle aziende associate attraverso tutti gli strumenti necessari per sostenerli. Confesercenti Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento), offre finanziamenti a tasso zero alle imprese del territorio, e si unisce all’appello di altre associazioni che si rivolgono ai turisti perché non rinuncino a eventuali soggiorni sull’isola.

X
Se vuoi aggiornamenti su Terremoto Ischia, aiuti alle imprese

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy