Accesso al credito imprese, trend negativo

Domande di credito e importi richiesti in calo nel 2017: Barometro CRIF con tutti i trend.

Nei primi mesi del 2017 le richieste di accesso al credito avanzate dalle imprese italiane risultano in calo (-1% rispetto al primo trimestre 2016), stando al Barometro CRIF realizzato sulla base del patrimonio informativo di EURISC. Si tratta del primo trend negativo dopo 7 trimestri in crescita. La flessione vede coinvolte tutte le tipologie di imprese, partendo dalle imprese individuali (-1,4%) e arrivando alle società di capitali (-0,6%).

=> Accesso al Credito PMI: guide e notizie

CRIF

CRIF2

Ma a calare non sono solo le richieste, in flessione anche gli importi medi richiesti dalle imprese, che nell’aggregato di imprese individuali e società di capitali si è attestato nel primo trimestre 2017 sui 78.525 euro, con un calo del -1,7% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Osservando il dettaglio:

  • le imprese individuali hanno richiesto in media 34.582 euro con una crescita del +3%;
  • le società di capitali sui 109.303 euro, con un calo del -3%.

Quasi un terzo delle richieste (31,6%) si è collocata nella fascia di importo al di sotto dei 5mila euro, percentuale in crescita del +0,6% rispetto al 2016; si tratta per lo più di imprese di piccola e piccolissima dimensione. In calo le richieste relative a importi compresi tra i 10mila e i 20mila euro (-0,9%).

CRIF3

Fonte: CRIF.

X
Se vuoi aggiornamenti su Accesso al credito imprese, trend negativo

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy