Sabatini Ter, le nuove spese agevolate

Nuova lista di beni ammessi agli incentivi della Nuova Sabatini: approvata dal Ministero dello Sviluppo Economico, è valida per le domande dal 10 marzo.


Il Ministero dello Sviluppo Economico, con circolare n. 22504/2017, ha approvato la nuova lista di beni materiali ammessi agli incentivi della (Nuova) Sabatini Ter per imprese che acquistano macchinari, che la Legge di Stabilità 2017 ha prorogato a fine 2018 con una quota del 20% destinata alle PMI che investono in digitalizzazione nell’ambito del piano Industria 4.0.

=> Sabatini Ter fino al 2018

La Nuova Sabatini prevede, lo ricordiamo, un finanziamento agevolato, per massimo cinque anni, da 20mila a 2 milioni di euro coprendo il 100% dell’investimento. Gli interessi sono coperti da un contributo ministeriale nella seguente misura: tasso annuo del 2,75% per investimenti ordinari e 3,575% per investimenti in tecnologie digitali e sistemi di tracciamento e pesatura rifiuti.

Il nuovo elenco sostituisce integralmente l’Allegato 6/A alla circolare n. 17677/2017 e ne uniforma il contenuto all’Allegato A della Legge di Bilancio 2017. Il contenuto della nuova lista, valida dal 10 marzo 2017, è infatti quello dell’allegato A della Legge di Stabilità, come modificato dal Decreto Sud (DL 243/2016, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 18/2017, in vigore dal 1° marzo 2017), che specifica i beni materiali rientranti tra gli investimenti sul cui importo viene applicato, ai fini del calcolo del contributo, un tasso di interesse pari al 3,575%.

=> Sabatini Ter, guida alla nuova domanda

Se non presenti nell’elenco, i beni acquistati dalle imprese non potranno essere agevolati. Per le domande presentate prima del 10 marzo 2017 si fa riferimento alla precedente lista.

Fonte: MiSE.

X
Se vuoi aggiornamenti su Sabatini Ter, le nuove spese agevolate

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy