Statuto Delle Imprese

Crescita e PMI: meno buracrazia e misure per start up

Dl Sviluppo, slitta al 4 ottobre Proseguire sulla strada delle semplificazioni e delle liberalizzazioni, con la riduzione degli adempimenti burocratici per le imprese, favorire la nascita di start up innovative, attirare investimenti esteri, supportare le imprese nell'internazionalizzazione, accelerare sull'agenda digitale: il Governo ha presentato una strategia per la crescita che prevede diverse misure per le PMI. Agenda di Governo per la Crescita All'obiettivo crescita i ministeri hanno dedicato una giornata di riflessione, lo scorso 24 agosto, nel corso di un CdM fiume servito a fare il punto sulle misure fino...

Garante per le PMI, Giuseppe Tripoli nominato da Monti

Giuseppe Tripoli, garante delle PMI, alla sua prima relazione annuale È Giuseppe Tripoli il “Garante per le micro piccole e medie imprese”, la figura prevista dallo Statuto delle imprese per tutelare gli interessi delle PMI e valorizzarne il ruolo nel tessuto produttivo italiano, favorendone al contempo il rapporto con le istituzioni e sensibilizzandole verso le istanze e le problematiche tipiche delle imprese di dimensioni minori, come l'accesso al credito, il sostegno alla competitività e allo sviluppo. Il Capo Dipartimento per l’impresa e l’internazionalizzazione del Ministero, Giuseppe Tripoli, era già eletto un anno fa “Mister PMI”,...

Incentivi imprese in manovra finanziaria: in attesa di riforma

Incentivi alle imprese Incentivi alle imprese: la varie "edizioni" della manovra finanziaria - di Berlusconi prima e di Monti poi - pur essendo per lo più incentrate sul fronte fiscale (pensioni e tasse) hanno previsto una serie di misure di stimolo all'economia: dalle detrazioni Irap all'aiuto alla crescita economica (Ace) che stimola le imprese a reinvestire il reddito, fino al fondo di garanzia per Pmi e alle assunzioni agevolate per giovani, donne. Tali provvedimenti, insieme ad altre misure più strutturali per il settore produttivo, saranno prevedibilmente sempre più importanti in questa "fase due"...

Statuto delle imprese alla Camera: varo imminente

Camera dei Deputati Non dovrebbero arrivare sorprese sullo Statuto delle imprese che, dopo l'approvazione in Senato, arriva alla Camera con accordo unanime: non apportare più modifiche al testo per sveltirne l'iter di approvazione, come richiesto dal ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani. L'obiettivo del Ddl contenente il nuovo Statuto delle imprese, è di tutelare l'attività d'impresa delle Pmi italiane puntando sulla semplificazione. Proporzionalità e adempimenti Lo Statuto delle Imprese prevede infatti che, a tutela degli imprenditori, prima di adottare iniziative legislative e...

Pmi: Statuto delle imprese approvato in Senato

Legge di Stabilità, l'iter e i contenuti dopo la crisi di governo Approvazione unanime in Senato per lo Statuto delle imprese che ora passa all'esame della Camera dei Deputati. Il Ddl si pone l'obiettivo primario di dare una risposta normativa alle esigenze delle piccole e medie imprese: meno burocrazia, più finanziamenti e agevolazioni per compensare i ritardi nei pagamenti. Riflettori puntati sulle Pmi, cruciali per l'economia italiana, in linea con le direttive dell'Unione Europea contenute nello Small Business Act. La senatrice del Pdl Simona Vicari ha spiegato che lo Statuto delle imprese punta a rilanciare le piccole e medie imprese andando ad...

Articolo 8 e licenziamenti: pro e contro

L'articolo 8 del Decreto legge per la Manovra Finanziaria, approvato ieri sera con voto di fiducia con 165 sì, 141 no e 3 astenuti, sta scatenando allarmismi e roventi polemiche, ma cosa prevede esattamente? Porterà con sé licenziamenti selvaggi? Quali sono i pro e quali i contro? Vediamo di fare chiarezza. In sostanza l'articolo 8 contenuto nella Manovra Finanziaria prevede che: i contratti aziendali e territoriali possano operare «anche in deroga alle disposizioni di legge» ed alle «relative regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali di...

Statuto imprese e fondo Pmi senza modifiche: tutti d’accordo

Fondi Statuto delle imprese: dopo l'approvazione alla Camera, si è passati al Senato, dove si stanno svolgendo le audizioni in Commissione Industria. La richiesta delle aziende è unanime: rapida approvazione senza snaturare il fondo di garanzia per le Pmi. Giorgio Guerrini, presidente di Rete Imprese Italia, ha sottolineato l'importanza di introdurre subito i principi dello Small Business Act nella legislazione nazionale, «individuando norme, alcune delle quali immediatamente applicabili, che consentiranno, in un Paese come l'Italia che vanta la più alta densità europea di Pmi, di...

Statuto Pmi e libertà d’impresa: esame in Senato

Statuto Pmi e libertà d'impresa: riflettori puntati sullo Statuto delle Imprese al vaglio del Senato dopo il sì della Camera del 16 marzo scorso: il 29 marzo il testo del Ddl n.2626 recante "norme per la tutela della libertà d'impresa" (ridotto a 18 articoli) è passato all'esame della Commissione Industria, che è proseguito nella seduta di ieri 5 aprile. Obiettivo, riavviare il motore dell'economia in questo complesso post-crisi (che tanto "post" ancora non è) partendo dalle più numerose fra le leve: le piccole imprese. La 10a Commissione ha deciso per la «congiunzione al Ddl...

Libertà d’Impresa: Statuto approvato alla Camera

Statuto imprese e imprenditore approvato all'unanimità alla Camera, con un testo ridotto (18 articoli) dalla commissione Attività produttive per inserire nuove misure pro-Pmi. Confermando l'istituzione di Mister PMI quale Garante delle micro, piccole e medie imprese, lo Statuto prevede libertà d'impresa (iniziativa economica, privata e di associazione) riduzione adempimenti amministrativi, semplificazione nei rapporti con la PA. Previste anche misure per la competitività delle Pmi, accogliendo la proposta della Lega di aumentare al 60% (prima 50%) la riserva incentivi automatici da...

Statuto Imprese, testo ridotto alla Camera con misure per Pmi

Testo modificato per lo Statuto delle Imprese, alla Camera tra il 14 e il 16 marzo per l'esame in Aula: dopo che i lavori si erano arenati per cinque mesi, la decisione è stata comunicata dalla Conferenza dei capigruppo di Montecitorio. Il nuovo testo del Ddl è allo studio della Commissione Attività produttive, ridotto a 18 articoli (inizialmente 23) per poi essere integrato con gli emendamenti che recepiscono i contenuti del ddl sulle Pmi del Ministero dello Sviluppo. Ridotte le misure sui ritardi nei pagamenti da PA a imprese, quindi nono si potrà compensare tra crediti e...

X
Se vuoi aggiornamenti su statuto delle imprese

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy