Risk Management

L’impatto economico del CyberCrime

Cyber Crime McAfee e CSIS hanno stimato i costi del CyberCrime, realizzando un modello di previsione che quantifica l'impatto economico della criminalità informatica e dello spionaggio informatico. Il risultato? Un danno economico complessivo tra i trecento e i mille miliardi di dollari (1 trilione) e centinaia di migliaia di posti di lavoro perduti, con un impatto sul PIL mondiale che va dallo 0,4 all'1,4%. Danni intangibili Il problema è la valutazione reale del danno, poiché le aziende non sempre ammettono le violazioni o sono capaci di quantificare il danno generato da perdite intangibili:...

La sicurezza sui Social Media per le PMI

social media Al Security Summit 2013 di Milano, la community dei Partner Oracle ha spiegato alle aziende come utilizzare il Web 2.0 in piena sicurezza. Le PMI italiane, infatti, devono perseguire i vantaggi offerti da un uso intelligente dei social network, ma senza trascurare le minacce dei nuovi ambienti virtuali. =>Come garantire la sicurezza nell’era Web 2.0 Allo scopo, è stato redatto un white paper sulla Social Business Security (SBS), con tutti gli aspetti rilevanti per proteggere gli asset materiali e immateriali e per una corretta gestione dei rischi. Il modello proposto è un...

Progetto e obiettivi: analisi S.M.A.R.T e Risk Management

Progetto Aziendale Abbiamo già visto come il progetto nasce per soddisfare un bisogno, concentriamoci ora sui suoi obiettivi, senza il raggiungimento dei quali si mette in gioco la riuscita dell'intero programma di lavoro. =>Scopri come nasce un progetto: idea, approccio e impostazioni Gestione per obiettivi MBO La filosofia di gestione aziendale MBO (Management by Objectives) introdotta da Peter Druck nel suo libro "The Practice of Management", ossia la gestione per obiettivi, punta sulla preminenza dell'obiettivo rispetto alle attività necessarie a raggiungerlo. Certo, come diceva lo stesso...

Risk Management assente in metà delle aziende italiane

Risk Management Oltre la metà delle imprese italiane non ha al suo interno strutture dedicate di Risk Management e più dell'84% non ha intenzione di realizzarne in futuro nè di assumere personale specializzato in questo ruolo. Sono dati diffusi da Olimpia Broker PMI, che rilancia i risultati di un sondaggio condotto da Cineas contro l'estendersi dei rischi provocati dal contesto di crisi globale. L'obiettivo della società, guidata da Gianmario Vincis, è quello di sottolineare il valore del risk management come strumento per affrontare la congiuntura in corso anche e sopratutto tra le PMI. Sul...

Project Management: guida alla scelta software

Project Management Software Nell'articolo “Project Portfolio Management (PPM): la scelta del Tool” ho fornito alcune linee guida, utili per districarsi nel complesso mondo dei pacchetti Software, dedicati alla gestione di una o più commesse. Con questo breve Paper torno sull’argomento, considerata la sua complessità, anche in relazione all’interesse suscitato dall’articolo “Project Portfolio Management: gestire i progetti con Primavera P6.1”. I modelli e gli algoritmi Occorre distinguere i modelli deterministici da quelli probabilistici. Per esempio, Primavera Risk Analysis di Oracle è un vero e...

Attacchi informatici: come evitarli

Sicurezza informatica Le aziende sono sempre più concentrate sulla sicurezza informatica per prevenire potenziali attacchi, oggi più che mai sofisticati e difficili da contrastare: l'ultimo Rapporto dell'Osservatorio Attacchi Informatici (OAI) di Soiel International curato da Marco R. A. Bozzetti fa il punto sugli attacchi ai sistemi informativi che si verificheranno con maggiore probabilità, al fine di approntare le più efficaci misure preventive idonee. Aziende e sicurezza ICT Le aziende analizzate a campione (principalmente nei settori industria, servizi, ICT, retail e finance) sono di fascia...

Information Security Management Report 2012

Gestione d'impresa In anteprima esclusiva per PMI.it, sono disponibili i primi dati di una ricerca condotta per mano di Nextvalue e CIOnet.com sullo stato dell’arte e sull’evoluzione dell’Information Security Management in Italia, oggi considerato un vero supporto al cambiamento e allo sviluppo sostenibile delle imprese. La gestione delle informazioni aziendali si sta evolvendo infatti in una vera strategia di management, con importanti implicazioni strategiche per il business, soprattutto a livello di sicurezza; è bene quindi adottare una policy condivisa che abiliti l'Information System a...

Fallimenti imprese in aumento: serve Risk Management

La crisi economica sta generando fallimenti a catena tra le imprese: 8.566 quelli registrati tra Gennaio e Settembre 2011 (+8,7% rispetto allo stesso periodo del 2010), con un trend in crescita costante dal 2009 in poi. A confermare il malessere nel tessuto imprenditoriale italiano è Cribis D&B (Gruppo CRIF), nello studio "Analisi dei fallimenti in Italia". La congiuntura economica negativa sta dunque costringendo migliaia di aziende a chiudere i battenti e portare in tribunale le proprie scritture contabili e fiscali per far registrare l'avvenuto fallimento. Secondo lo studio, le...

Stress lavoro: online software e Manuale INAIL

Online software e Linee guida per la Valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato, fornite alle imprese dal Dipartimento Medicina del Lavoro (ex ISPESL) dell'INAIL. Un metodo unico e integrato che mnetersi conformità con la normativa vigente. Il Testo unico sulla sicurezza (dlgs 81/2008) e successive integrazioni prevedono infatti adempimenti obbligatori per contenere il rischio di stress da lavoro, compresa la stesura del DVR. Per accedere alla piattaforma online è sufficiente registrarsi gratuitamente e consultare il Manuale INAIL, corredato da una lista di controllo...

Rischio insolvenza per il 10% delle imprese italiane

In barba agli sbandierati segnali di ripresa nel 2010, la crisi non sembra ancora scongiurata, né i suoi effetti sulle aziende: il 10% delle imprese italiane presenta una elevata probabilità di generare insoluti commerciali nei prossimi 12 mesi, stando a quanto emerso nell'analisi sul livello di rischiosità delle imprese italiane realizzata a novembre dall'sservatorio di CRIBIS D&B. Il 10% circa (9,99%) delle imprese italiane presenta un livello di rischiosità alto, soprattutto tra le Pmi. Nel 2010 il rischio insolvenza è aumentato del 9% anche per le imprese con un livello medio...

X
Se vuoi aggiornamenti su risk management

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy