Rifiuti Elettronici

Elettrodomestici RAEE smaltiti in negozio

EcoIsole A partire dal 22 luglio sarà operativo l'Uno contro Zero per i rifiuti elettronici, i cosiddetti RAEE di piccole dimensioni che potranno essere consegnati presso i grandi punti vendita senza alcun obbligo di effettuare un nuovo acquisto. Per rendere l'operazione più semplice per tutti, Ecolight ha messo a disposizione le EcoIsole RAEE, iniziativa che solo nei primi mesi del 2016 ha portato alla raccolta di 15 tonnellate di piccoli RAEE. => Smaltimento RAEE: sicurezza dati senza regole Uno contro Zero Il decreto 121 del 31 maggio 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta...

RAEE e pannelli fotovoltaici: al via obbligo di marchio UE

Schermata del 2014-10-09 12:03:52 In vigore dal 9 ottobre il nuovo obbligo di etichettatura delle apparecchiature elettriche ed elettroniche, compresi i pannelli fotovoltaici: dovranno recare un marchio che individua "in maniera inequivocabile il produttore delle AEE" , attestando che sono state immesse sul mercato dopo il 13 agosto 2005 tramite un simbolo ad hoc che ne semplifichi la raccolta differenziata. Il tutto, a pena di sanzioni da 200 a 1.000 euro. La norma è prevista dall'articolo 28 del Dlgs 49/2014, in attuazione della Direttiva Europea 2012/19/UE sui RAEE. => RAEE: tutti gli obblighi per le...

RAEE: tutti gli obblighi per le imprese

RAEE Normativa A livello europeo la gestione di rifiuti speciali, o meglio dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), sanitari, veicoli fuori uso e contenenti amianto è disciplinata dalla Direttiva 2012/19/EU  che sostituisce le precedenti 2002/96/EU e 2003/108/EU. Tali direttive europee sono state recepite in Italia dapprima dal Decreto Legislativo 151 del 25 novembre 2005, con il quale è stato introdotto il sistema di gestione RAEE fondato su raccolta differenziata, trattamento, recupero e smaltimento con oneri accessori a carico di produttori e distributori....

Guida alle gestione dei rifiuti elettronici professionali

Raee Per le imprese non è sempre facile gestire i rifiuti elettronici (i cosiddetti RAEE) tenendo conto degli obblighi di legge e comprendendo quali sono le esenzioni disposte dalla tassa sui rifiuti, la TARI. Si tratta di un tema delicato e di prim'ordine, considerando che secondo le stime le aziende nel solo 2013 hanno prodotto rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche pari a 2.423 tonnellate. Adempimenti e normative non sempre sono di facile interpretazione, ma la loro violazione può cadere addirittura nel penale, oltre a comportare sanzioni che possono arrivare fino a 26mila...

Italia da Far West per i RAEE

RAEE Per i rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) servono regole certe, da far rispettare a tutti i soggetti coinvolti nella loro gestione. A lanciare l'allarme sciacallaggio nelle isole ecologiche e il dilagare dei circuiti di raccolta non autorizzati è Ecolight, il consorzio per la gestione dei rifiuti elettronici, in occasione della presentazione del Rapporto Sociale 2012. Il consorzio ritiene dunque urgente una rivisitazione del sistema RAEE in Italia e regole certe e condivise per tutti gli attori. Rifiuti elettronici: i punti deboli della gestione RAEE in Italia Stando...

Green Tech con l’Elettronica biodegradabile

rifiuti cellulari L'elettronica potrebbe presto diventare biodegradabile pur garantendo le prestazioni a cui oggi siamo abituati. Uno scenario che cambierebbe radicalmente il futuro del mercato IT e TLC e che sembra non troppo lontano, come spiegano recenti studi (A Physically Transient Form of Silicon Electronics, pubblicato su Science). Si tratterebbe di una vera rivoluzione Green Tech, anche per quanto riguarda lo smaltimento dei RAEE (rifiuti informatici): l'elettronica biodegradabile risulterebbe infatti solubile in acqua o in liquidi organici. Per approfondimenti sui RAEE, consulta la nuova...

Rifiuti elettronici: i nuovi obiettivi UE per i RAEE

RAEE Tempo di novità per le imprese della filiera dei rifiuti, dopo la notizia dell’ennesima  proroga del SISTRI al 30 giugno 2012 , arriva la notizia della definizione di nuovi obiettivi UE per la raccolta dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). L'Europarlamento ha approvato la nuova legislazione che aggiorna la direttiva 2003 sulla gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche e prevede la raccolta di  45 tonnellate di RAEE per ogni 100 tonnellate di nuove apparecchiature immesse sul mercato entro il 2016, per poi passare a 65 tonnellate...

Direttiva RAEE: più tutele per i produttori

RAEE Confindustria ANIE e Confindustria CECED Italia (Associazione Nazionale Produttori Apparecchi Domestici e Professionali) di ANIE hanno esposto, in audizione al Senato, le proprie considerazioni sulla direttiva RAEE, avanzando alcune proposte volte a salvaguardare gli interessi delle aziende produttrici. La direttiva 2002/96/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio, recepita in Italia dal D.Lgs. 151/2005, ha forti conseguenze economiche e gestionali per i produttori italiani di RAEE. In particolare per le imprese elettrotecniche, elettroniche, dell'illuminotecnica, degli strumenti di...

Ecolight: RAEE, migliorano raccolta e smaltimento

Rifiuti elettronici, da problema a risorsa: nel 2010 la raccolta di e-waste ha raggiunto quota 4mila tonnellate in base ai dati Ecolight, il consorzio per la gestione dei RAEE presso oltre 3mila esercizi commerciali in tutta Italia (il 90% della GdO), che poi provvedere al loro smaltimento. Dai dati emerge un miglioramento nelle procedure di raccolta, gestione e smaltimento rifiuti, in seno alle nuove normative di settore introdotte. Tra queste, anche il decreto "Uno contro Uno", che consente ai clienti che acquistano nuove apparecchiature di restituire al rivenditore il pari prodotto...

RAEE: +17% nel 2010 ma rivenditori inadempienti

Si comporta bene l'Italia in tema di gestione dei Rifiuti RAEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche): +17% nel 2010 rispetto all'anno precedente, secondo i dati Ecodom ma, come già da tempodenunciato da Greenpeace, i rivenditori risultano ancora inadempienti nel ritiro dell'usato. Il Consorzio Italiano di Recupero e Riciclaggio degli Elettrodomestici ha comunicato di aver trattato nel 2010 il 36% del totale RAEE nazionale. Ottimi i risultati in Lombardia con 13.074 tonnellate di RAEE trattati, 26.347.000 kWh di energia risparmiata e 273.900 tonnellate di anidride carbonica evitate....

X
Se vuoi aggiornamenti su Rifiuti Elettronici

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy