Ravvedimento Operoso

Con il ravvedimento operoso, il contribuente può sanare un ritardo o errore di pagamento di un’imposta, a condizione che effettui il versamento di regolarizzazione in maniera spontanea (senza aver già ricevuto notifica, verfifica o accertamento fiscale) e nei termini stabiliti. A seconda dell'intervallo di tempo entro cui si effettua il ravvedimento, infatti, cambierà l'importo delle sanzioni da pagare (che comunque restano ridotte, rispetto al 30% standard): ravvedimento sprint: entro 14 giorni dopo la scadenza, sanzione 0,2%; ravvedimento breve: da 15 a 30 giorni di ritardo, sanzione 3%; ravvedimento lungo: da 30 giorni a un anno di ritardo, sanzione 3,75%. In tutti i casi, oltre all'imposta e alla sanzione, sono dovuti gli interessi di mora, dal primo gennaio 2014 ridotto all'1%.
Se si utilizza il ravvedimento per la dichiarazione dei redditi, il ritardo non può superare i 90 giorni e la sanzione sarà di 25 euro.
Il pagamento si effettua tramite Modello F24 se si regolarizzano imposte dirette sui redditi (Irpef, Ires), imposte sostituive, Irap e IVA; tramite Modello F23 per imposta di registro e tributi indiretti; anche con Modello 24 Elementi Identificativi per l’imposta di registro sui contratti di locazione.

IVA, controlli a raffica

Controlli fiscali Con il provvedimento direttoriale n. 57490/2017 l’Agenzia delle Entrate rende noto che hanno preso il via le operazioni IVA 2014 e sono pertanto in partenza 28.440 avvisi volti a promuovere l’adempimento spontaneo e imprese e i professionisti che hanno dichiarato un volume d’affari inferiore rispetto ai dati comunicati dai propri clienti potranno regolarizzare tramite ravvedimento operoso di imprese e i professionisti che hanno dichiarato un volume d’affari inferiore rispetto ai dati comunicati dai propri clienti. => Il Fisco 2.0 rivoluziona i controlli L'obiettivo è di...

F24 a saldo zero: scadenze e sanzioni

Scadenza Nel caso in cui ci si avvalga della compensazione tributaria hanno l'obbligo presentare il modello F24 anche nel caso in cui il saldo finale sia pari a zero ossia nelle ipotesi in cui le somme dovute risultano totalmente compensate. In caso di omessa presentazione del modello con il quale si effettua la compensazione la sanzione, a partire dall'1 gennai 2016, è pari a 100 euro (comma 2-bis dell’articolo 15 del decreto legislativo n. 471/1997, come introdotto dall’articolo 15, comma 1, lett. q), n. 2), del decreto legislativo n. 158/2015), che scendono a 50 euro nel caso in cui si...

Debiti fiscali: come si applicano gli interessi legali

Interessi Dal 1° gennaio 2017, per effetto di quanto disposto dal DM del 07.12.2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 291/2016, il saggio degli interessi legali di cui all’articolo 1284 del Codice Civile scende allo 0,1% annuo contro il precedente 0,2%. => Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste Ravvedimento operoso La riduzione, che dipende dal rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato e dal tasso d’inflazione annuo registrato, ha effetto ad esempio su quanto bisogna versare ricorrendo al ravvedimento operoso per regolarizzare eventuali omissioni fiscali, o...

Partite IVA: avvisi dal Fisco su Spesometro

PEC Il Fisco italiano chiude il 2016 all’insegna della compliance e lo fa inviando 20.362 alert preventivi sulle operazioni IVA 2013 ad altrettanti professionisti ed imprese per i quali emergono delle differenze tra il volume d’affari dichiarato e l’importo delle operazioni comunicate dai loro clienti all’Agenzia delle Entrate con lo Spesometro. Queste partite IVA vengono ora invitate dal Fisco all'adempimento spontaneo ricorrendo al nuovo ravvedimento operoso. => Partite IVA, tempo di regolarizzare È quanto prevede il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate volto...

Canone RAI, sanzioni per imprese elettriche

Pagamento Per il mancato pagamento del canone RAI le imprese elettriche sono soggette a sanzioni. Si tratta dell'omesso, parziale o tardivo riversamento del canone di abbonamento alla Televisione per uso privato, dopo che la riforma 2016 ha caricato tale onere sulle loro spalle. Le aziende fornitrici di elettricità che non siano in regola con le scadenze, possono usufruire del ravvedimento operoso: a tale scopo, con la Risoluzione n. 107/2016, l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento delle sanzioni e degli interessi mediante modello F24. Il ravvedimento...

Dichiarazione dei Redditi fino al 29 dicembre

Scadenza fiscale Sono oltre 156mila i contribuenti che coscientemente o meno, hanno dimenticato di presentare la dichiarazione dei redditi. L'Agenzia delle Entrate sta mandando agli interessati avvisi sulle anomalie riscontrate sulla base dei dati trasmessi dai sostituti d'imposta tramite le CU (Certificazioni Uniche), dando loro la possibilità di verificare la propria situazione con il Fisco e correggerla evitando così di incorrere in successivi controlli fiscali. => Dichiarazione dei Redditi 2016: guida completa Si tratta in particolare dei contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione dei...

Nuovo ravvedimento con sanzioni ridotte

Ravvedimento operoso Vademecum dell'Agenzia delle Entrate sul nuovo ravvedimento operoso dopo le modifiche introdotte nel 2016, che risolve dubbi interpretativi e introduce casi particolari: è contenuto nella circolare 42/E, che presenta anche un resoconto dell'attività di compliance fiscale e dei risultati raggiunti. => Ravvedimento operoso: calcolo sanzioni online Riduzione sanzioni Le sanzioni che il contribuente paga se rileva l'errore entro 90 giorni sono ridotte e differentemente modulate in base alla tipologia di violazione (errore, mancata presentazione). Correzione entro 90 giorni...

Scadenze fiscali: UNICO & Co.

Scadenze settembre In dirittura d'arrivo gli ultimi appuntamenti di settembre con il Fisco, tra le scadenze fiscali di maggiore rilievo: UNICO, IVA annuale, IRAP e Modello Cnm (Consolidato nazionale e mondiale). => Scadenze fiscali settembre UNICO 2016 L'ultimo giorno di settembre 2016 rappresenta infatti il termine ultimo per la presentazione telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, del Modello UNICO 2016, che comprende in forma unificata sia la dichiarazione dei redditi relativi all'anno di imposta 2015 che quella IVA. I contribuenti interessati dalla scadenza sono le società di...

Dichiarazioni irregolari, calcolo sanzioni online

Calcolo di sanzioni e interessi per il ravvedimento Stanno per essere spedite da parte dell'Agenzia delle Entrate ben 90.000 nuove comunicazioni di anomalie relative alle dichiarazioni dei redditi 2013 (anno d'imposta 2012), ovvero agli errori contenuti nel modello UNICO o 730 2013. Nelle missive, recapitate tramite posta ordinaria, sono presenti anche le istruzioni per regolarizzare la propria situazione fiscale e per usufruire delle sanzioni ridotte del ravvedimento operoso. => Ravvedimento operoso: tipologia e sanzioni previste Gli errori e le omissioni possono infatti essere corrette presentando una dichiarazione integrativa e...

Dichiarazioni IMU-TASI entro fine luglio

Dichiarazione IMU Il termine per la presentazione della dichiarazione IMU-TASI è scaduto lo scorso 30 giugno, ma entro il 30 luglio è ancora possibile accedere al ravvedimento operoso per sanare la propria posizione con una sanzione ridotta del 5%. => Ravvedimento operoso per i tributi locali Ricordiamo che è obbligatorio presentare la dichiarazione IMU-TASI per denunciare l’acquisto di un immobile o un’area fabbricabile e le sue variazioni di valore, la data di inizio e di fine dello stato di inagibilità o inabitabilità. Esattamente come per l’IMU, la dichiarazione TASI si presenta solo...

X
Se vuoi aggiornamenti su Ravvedimento operoso

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy