Patto Non Concorrenza

Compatibilità secondo lavoro

Lavoro come dirigente in banca, per hobby faccio l'allenatore in orario serale e nel week end, con introiti per meno di 5.000 € / anno. Ho avvisato il mio datore di lavoro, che però non ha risposto. Ho l'obbligo di attendere il suo benestare? Ho anche un sito web in cui pubblicizzo la mia attività, ravvisate qualche problema?

L’accordo di non divulgazione tra aziende

Confidential I rapporti tra aziende si sviluppano sotto profili molteplici, data la necessità di creare relazioni commerciali, sia che si tratti di grandi imprese (subappalti, esternalizzazione di servizi, ecc.), PMI (scambi B2B), partner o reti di impresa. In ogni caso emerge un denominatore comune: in qualunque caso, ci si scambia informazioni di business spesso rilevanti (es.: cataloghi, progetti, modalità di erogazione dei servizi, brevetti...). Emerge dunque come sia di fondamentale importanza, prima di condividerle, redigere opportuni accordi di non diffusione (NDA - Non Disclosure Agreement)...

Patto di non concorrenza nullo se blindato

Giustizia Il Patto di non concorrenza può limitare l'iniziativa imprenditoriale dopo le dimissioni ma non il diritto di offrire sul mercato le proprie competenze: con questa motivazione, la Suprema Corte  stabilisce che, se la clausola è in contrasto con il principio della libera iniziativa economica di cui all'articolo 41 della Costituzione, allora il patto è nullo (sentenza n. 24159 del 12 novembre 2014). => Iatto di non concorrenza fra impresa e lavoratore Clausole blindate Nel caso in oggetto, le dimissioni di un dirigente erano state accompagnate da un patto triennale, con impegno...

Il patto di non concorrenza: le risposte alle vostre domande

Patto di non concorrenza La redazione di PMI.it si è dedicata più volte al patto di non concorrenza tra impresa e lavoratore. Abbiamo pertanto deciso di approfondire l'argomento rispondendo alle domande più interessanti tra quelle che ci hanno rivolto gli utenti a margine del nostro ultimo articolo sul tema. Per ulteriori approfondimenti, consultare la rubrica "Esperto Risponde". => Il patto di non concorrenza tra impresa e lavoratore Corrispettivi Il datore di lavoro quando deve pagare quanto pattuito? In altri termini: è possibile/corretto che il corrispettivo ancora spettante venga pagato in rate...

Non concorrenza, patto e obbligo

Il mio datore di lavoro vuole farmi firmare, insieme al contratto indeterminato, anche un patto di non concorrenza. Nel patto c’e scritto che dovrò astenermi dal lavorare in aziende o società, sia direttamente che indirettamente e in qualsiasi veste, che operano nel mio settore. E non potrò lavorare neanche in aziende aventi in origine oggetto diverso dalla mia professione ma che potrebbero estendesi successivamente in settori di concorrenza. Sono indicati durata e territorio…ma non si parla di somme di denaro oltre allo stipendio. Vorrei sapere se il patto è così valido e se, in...

Crisi aziendale e patto di non concorrenza

La mia azienda sta per fallire e non vuole licenziarmi; con la stessa vige un patto di non concorrenza mai firmato dal quale percepisco ogni mese un corrispettivo. Ribadisco che non ho firmato nulla e non è indicato ne il tempo ne lo spazio territoriale a cui si riferisce. Vorrei liberami di questa catena ma non so come fare.

Giustificato motivo e non concorrenza

La mia azienda al 31/12 2016 ha attuato una cessione di ramo di azienda e, a noi viaggiatori piazzisti, è stato proposto: licenziamento da parte loro oppure lavoro a partita IVA o ancora lavoro presso altra azienda situata a 170 km di distanza con altra mansione, lì in sede senza rimborso né vitto o alloggio. Nel frattempo ho trovato impiego presso altra azienda concorrente ma ho un patto di non concorrenza in atto e, con la prima azienda, esco con un licenziamento per giustificato motivo oggettivo. La mia domanda è: il patto decade?

Lavoratori: obbligo di fedeltà non soltanto sul lavoro

cassazione3 Gli obblighi di fedeltà, correttezza e non concorrenza dei lavoratori nei confronti del datore di lavoro sono più ampi rispetto a quelli letteralmente previsti dall'articolo 2105 del codice civile e comprendono più ampi doveri di correttezza e buona fede anche nei comportamenti extra-lavorativi. Con questa motivazione la Corte di Cassazione, con sentenza 2550 del 10 febbraio 2015, ha dato torto a un ex dipendente che contestava il licenziamento per giusta causa da parte dell'azienda per cui lavorava e di cui era socio, provocato dal fatto che aveva messo in pratica, in ufficio, atti...

Contratto di agenzia: indennità, cessazione, non concorrenza

Concorrenza Il contratto di agenzia può essere a tempo indeterminato o determinato. Cause di cessazione rispetto ad ambo le tipologie contrattuali sono il recesso anticipato (per giusta causa), l’impossibilità sopravvenuta ex art. 1463 c.c., la risoluzione per inadempimento della controparte. Il contratto a tempo indeterminato può estinguersi, inoltre, anche per il recesso volontario (ordinario) di una delle parti, come previsto dall'ordinamento: non è necessario fornire giustificazione nel rispetto dei termini minimi di preavviso - secondo gli Accordi economici collettivi, più lunghi per...

X
Se vuoi aggiornamenti su Patto non concorrenza

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy