OCSE

Tasse sul lavoro, Italia al top in Europa

Tasse locali Il bonus di 80 euro non sembra aver avuto effetto sul cuneo fiscale italiano, che resta fra i più alti del mondo: secondo il Taxing wages 2016 OCSE, il peso delle tasse sul lavoro in Italia è addirittura salito: al 49% sopra la media OCSE del 35,9%, al quinto posto, - dietro a Belgio, Austria e Germania, a pari merito con l'Ungheria - nella speciale classifica europea. Non solo: le tasse sul lavoro hanno segnato un rialzo a +0,8% nel 2015, secondi solo al Portogallo, dove però il cuneo fiscale è più basso, al 42,1%.  Il trend è in costante aumento dal 2000 (quando era al...

E-Commerce, nuove regole su Privacy e Sicurezza

e-commerce App gratuite, scambi peer to peer, transazioni mobile: sono tutte modalità di e-commerce che, in base alle indicazioni OCSE, richiedono una nuova normativa sulla privacy a tutela dei consumatori e sulla sicurezza delle transazioni. La nuova Raccomandazione OCSE sul commercio elettronico prevede che i consumatori abbiano lo stesso livello di protezione previsto per le normali transazioni commerciali e chiede agli Stati Membri di mettere a punto normative che stimolino la fiducia degli utenti. => L'e-Commerce B2C in Italia In generale, l'OCSE sottolinea come il mercato dell'e-commerce...

Più tasse ai privati, meno alle imprese

OCSE Per effetto della crisi, dal 2007 ad oggi, le entrate fiscali generate dalle imprese sono diminuite e per recuperare il gettito mancante ad essere aumentate sono state le imposte sui consumi. A confermarlo è stata l'OCSE (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico): il valore delle tasse versate dalle imprese è sceso di quasi un punto percentuale negli ultimi sette anni arrivando a toccare il 2,8% del PIL, contro il 3,6% registrato nel 2007, in parallelo è cresciuta la pressione fiscale sui privati. => Pensioni in Italia: rapporto OCSE e novità 2015 Più in...

Tasse PMI, OCSE: Italia sul podio per il costo del lavoro

tasse pmi Il peso del fisco sulle PMI non è un problema italiano, le tasse sulle piccole e medie imprese sono mediamente più alte di quelle sulle grandi aziende in buona parte dei paesi del mondo, soprattutto a causa della fiscalità sul lavoro: lo rileva il report OCSE, l'organizzazione dei paesi industrializzati, sulle tasse PMI nei 39 paesi OCSE e in quelli del G20 ("taxation on SME in OECD and G20 countries"). Per quanto riguarda la tassazione sugli utili, l'Italia è in realtà poco sopra la media internazionale, ma le tasse sul lavoro sono fra le più alte del mondo. Altro punto a sfavore:...

Effetto Jobs Act: più assunzioni a tempo indeterminato

Jobs L'effetto Jobs Act si fa sentire sul mercato del lavoro, con un aumento dei contratti a tempo indeterminato e delle stabilizzazioni - lo si evince dalle comunicazioni obbligatorie (nota ministeriale di luglio) - ma i dati sulla disoccupazione restano drammatici (Oecd Employment Outlook), soprattutto tra i giovani (il 42,7% nel 2014, il doppio del 2007). Anche i salari medi restano tra i più bassi d'Europa e dei paesi industrializzati, ma il Jobs Act, secondo l'Ocse, segna "un importante passo avanti per ridurre le disuguaglianze": «aumentando gli incentivi alla creazione di posti di...

Lavoro e reddito in Italia: Better life Index

better life index ocse Livello di istruzione e occupazione sono le due maglie nere dell'Italia, ma alla carenza di lavoro fa fronte il reddito delle famiglie: sono le principali evidenze del Better life Index italiano, che debutta in occasione di EXPO 2015. L'indice socio economico prende in considerazione fattori utili a misurare la qualità della vita in modo alternativo al più tradizionale PIL: non solo le attività che producono ricchezza, dunque, ma anche livello di istruzione, indice di occupazione, soddisfazione personale, ambiente e abitazione. => Ripresa economica: le imprese tornano ad...

Taglio detrazioni e deduzioni fiscali in Italia

Detrazioni fiscali Secondo l'OCSE in Italia è necessario dare un taglio alle agevolazioni fiscali: il numero di detrazioni e deduzioni attuali nel nostro Paese sarebbe troppo elevato: «Uno dei punti deboli dell'ordinamento italiano». Così lo ha definito l'OCSE nel suo rapporto sull'Italia per il 2015 presentato in questi giorni a Roma al Ministero dell'Economia. Andrebbero quindi ridotte le tax expenditures, per ampliare la base imponibile e consentire di mantenere lo stesso gettito riducendo le aliquote fiscali. Il segretario generale dell'Organizzazione, Angel Gurria, ha spiegato come delle 720 voci...

Tasse in Italia: la classifica delle imposte al Fisco

Tasse Italia ancora tristemente ai vertici delle classifiche sulla pressione fiscale più alta in Europa e nel mondo. Negli anni i Governi hanno tentato di ridurre le tasse, ma senza troppo successo: secondo le ultime rilevazioni OCSE ci collochiamo al quinto posto tra i Paesi con la pressione fiscale più alta al mondo. Il rapporto ha confrontato il sistema di riscossione dei tributi nelle principali economie del mondo, valutando il peso delle tasse per i contribuenti. Vediamo in dettaglio numeri e trend. => Legge Stabilità 2015: taglio tasse alle imprese Pressione fiscale Nel 2013...

Pensioni in Italia: assegni e spesa previdenziale 2015

Pensioni Report OCSE Pensioni: l'Italia è il paese OCSE in cui la spesa previdenziale è in assoluto più alta; le riforme hanno migliorato la sostenibilità del sistema nel lungo periodo ma senza miglioramenti sull'importo degli assegni, che restano bassi: è il giudizio del OECD Pensions Outlook 2014  sulle pensioni. Il punto è realizzare riforme che taglino i costi senza impoverire i redditi pensionistici. In pratica, la sostenibilità del sistema pensionistico deve armonizzarsi con l'altrettanta fondamentale esigenza di assicurare ai pensionati assegni adeguati. => Riforma pensioni 2015, la...

Direttive OCSE-Padoan su Fisco e Lavoro

Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia Le ultime raccomandazioni UE in tema di Lavoro, Fisco e competitività portano la firma del neo-ministro dell'Economia del Governo Renzi, già capo economista OCSE, Pier Carlo Padoan: =>Vai al profilo di Padoan Le indicazioni OCSE all'Italia sono contenute nel Report “Going for Growth”, il quale sottolinea come «anni di consolidamento fiscale, regolamenti dei bilanci nei settori privati, scarsa fiducia e poco credito hanno portato l’Italia a una disoccupazione a due cifre e nessun segno evidente di una svolta rapida e autonoma. Affrontare il mercato del lavoro e ripristinare...

X
Se vuoi aggiornamenti su OCSE

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy