Maxiemendamento

Legge di Stabilità, il testo in pubblicazione

Legge di Stabilità pronta per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale: moltissime le misure definite all'interno della nuova norma - che nel passaggio alla Camera ha ottenuto 380 voti a favore e 26 pareri negativi - in tema di pensioni ma anchelavoro e professioni. Pensioni La Legge di Stabilità 2012 stabilisce che dal 2026 uomini e donne vadano in in pensione (di vecchiaia) a 67 anni, fino a raggiungere soglia 70 anni attorno al 2050. Ordini professionali In arrivo anche la riforma degli ordini professionali, da concludere entro 12 mesi, con la liberalizzazione e l'eliminazione delle...

Legge di Stabilità 2012: il testo del maxi-emendamento

Camera Varo tra pochi giorni per la Legge di Stabilità 2012 dopo la resa ufficiale di Silvio Berlusconi, le cui dimissioni ne seguiranno l'approvazione (senza più ricandidarsi): è ufficiale il testo del maxi-emendamento, con tutte le riforme promesse alla Ue, presentato da Giulio Tremonti in commissione Bilancio in Senato e al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Testo del Maxi-emendamento Quasi tutte già note le novità [leggi il testo del maxi-emendamento alla Legge di Stabilità depositato in Commissione Bilancio]. Riforme nella Legge di Stabilità 2012 In primis: riforma...

Legge di Stabilità: professioni e liberalizzazioni

Nel testo del Maxi-emendamento alla Legge di Stabilità approntato dal Governo italiano è contenuta, a pagina 10, la "Riforma delle Professioni e degli Ordini professionali". Si tratta di misure di interesse per i liberi professionisti, che vanno dalla liberalizzazione degli ordini alla costituzione di società fra professionisti e alla eliminazione delle tariffe professionali. La possibilità di costituire società tra professionisti e ammettere il socio di capitale, se di minoranza, come previsto dal maxi-emendamento alla Legge di Stabilità, è stata bene accolta,perché introduce il...

Crisi: fiducia sul piano di Governo

Agevolazioni contributive per le imprese, riforma del mercato del lavoro da affrontare assieme alle parti sociali, un piano di dismissioni, interventi di liberalizzazione per le professioni e sulle pensioni: sono i principali punti del Piano anti-crisi del Governo che il premier Silvio Berlusconi ha presentato ai partner europei a margine del G20 di Cannes. Niente patrimoniale, nessun prelievo forzoso sui conti correnti. Il provvedimento verrà presentato sotto forma di maxi-emendamento alla Legge di Stabilità, in corso di approvazione al Senato, e sarà blindato dal voto di...

Maxi-emendamento alla Legge di Stabilità: incentivi e liberalizzazioni

Consiglio dei Ministri Definita la bozza del maxi-emendamento alla Legge di Stabilità nel Consiglio dei Ministri straordinario sulle misure urgenti a sostegno dell'economia che il Governo italiano è chiamato ad attuare per uscire dalla crisi che sta investendo l'Europa intera: Silvio Berlusconi vola così a al G20 di Cannes con qualcosa in mano. Per ora niente decreto anti-crisi, quindi, ma sì all'approvazione del maxi-emendamento alla Legge di Stabilità (previsto per il 4 novembre il sì al Senato). Solo dopo si lavorerà ad un successivo decreto e ad un disegno di legge. Mentre l'emendamento omnibus alla...

SISTRI da giugno 2012 per piccole imprese

Il maxi-emendamento al Decreto Sviluppo che il Governo ha blindato ponendo la fiducia alla Camera, e approvato ieri in serata, contiene anche la proroga del SISTRI (tracciabilità elettronica dei rifiuti): tuttavia, a beneficiarne saranno solo le imprese con meno di dieci dipendenti. A patto che il DL Sviluppo venga approvato con questo testo anche al Senato. Per le piccole imprese che producono rifiuti sotto i 10 addetti, dunque, l'operatività del SISTRI non scatterebbe più a gennaio 2012 ma sarebbe rimandata a dopo il primo giugno 2012. Recita l'emendamento: «al fine di garantire...

Decreto Sviluppo al via: pioggia di critiche

È arrivato ieri in serata il sì della Camera alla fiducia sul Decreto Sviluppo, passato dopo dieci ore di discussioni con 308 voti favorevoli, 288 contrari e due astenuti. Ora si passa all'esame del Senato, il cui via libera dovrà arrivare entro il 13 luglio, data prevista per la sua scadenza. Tra i 155 ordini del giorno e le mozioni votate, anche il trasferimento dei Ministeri al Nord (per ora rinviato) e le 14 modifiche apportate dal Governo al testo del maxi-emendamento licenziato la scorsa settimana dalle Commissioni Bilancio e Finanze. Indignato il capogruppo Pd della commissione...

Milleproroghe: modifiche al testo, fiducia alla Camera

Modifiche in linea con le direttive del presidente della Repubblica quelle apportate al testo del Milleproroghe approvato in Senato, giudicato ieri incostituzionale per Napolitano "incostituzionale": definito un pacchetto di modifiche strettamente legate alle indicazioni formulate nella lettera del Quirinale. Non essendo l'opposizione convinta delle modifiche apportate, la maggioranza di governo ha dichiarato guerra chiedendo ieri la fiducia alla Camera sul testo del Maxi-emendamento. E come da copione, oggi il governo ha posto la fiducia sul decreto legge milleproroghe, come annunciato a...

Milleproroghe: stop di Napolitano: “Testo incostituzionale”

Il testo del Milleproroghe è incostituzionale in diverse sue parti: questo, in sostanza, il parere del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, secondo cui il Dl non deve essere trasformato in una nuova Finanziaria dai contenuti disparati. La "prassi irrituale" di introdurre nei decreti legge disposizioni non attinenti è in contrasto con la Costituzione e le regole parlamentari, eludendo il "vaglio preventivo del Capo dello Stato in sede di emanazione dei decreti-legge". Napolitano esorta quindi una leale collaborazione tra Governo e Parlamento, oltre che tra maggioranza e...

Milleproroghe: dietrofront su ricorso licenziati

Il Governo annullerà l'emendamento PD sui ricorsi dei lavoratori - precari ma non soltanto - che vogliono impugnare un ingiusto licenziamento: l'estensione a tutto il 2011 dei termini per avviare la procedura sarà annullata con il Maxiemendamento al Milleproroghe. Non solo: possibile stop anche per il rinvio dell'entrata in vigore della media conciliazione. Nonostante l'approvazione di ieri, dunque, il Governo non ci sta e ripristinerà i 60 giorni di tempo massimo per poter fare ricorso. Indignata dal volta faccia la presidente dei senatori del Pd Anna Finocchiaro: «il nostro...

X
Se vuoi aggiornamenti su maxiemendamento

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy